imbianchino tinteggitura
imbianchino tinteggitura

Nonostante i lavori manuali non vengano più apprezzati dalle nuove generazioni, la professione dell’imbianchino attrae ancor oggi numerosi giovani che sono alla ricerca di una professione autonoma e di gradi aspettative. Questa nobile professione, che nasconde aspetti e tratti artistici, è sicuramente in grado di dare buone soddisfazioni personali e discreto profitto economico senza grossi investimenti. Attenzione però, perché per avere successo in questa attività, bisogna avere la giusta passione e ottime conoscenza sia dei prodotti che delle tecniche applicative.

Chi è l’imbianchino:

E’ un artigiano edile che ha maturato esperienza necessaria per svolgere in completa autonomia lavori di tinteggiatura, verniciatura, decorazione delle pareti e finiture edili applicate mediante l’uso del pennello, del rullo o dello spruzzo.

L’apprendimento e l’apertura della partita iva dell’artigiano imbianchino

Fondamentale per maturare un ottimo livello di professionalità è quello di iniziare la professione come dipendente presso un mastro artigiano imbianchino dal quale si potranno acquisire segreti e nozioni approfondite per svolgere l’attività nel modo corretto.

Un altro aspetto da non sottovalutare per apprendere con più facilità il lavoro dell’imbianchino è quello di seguire corsi organizzati dalle varie aziende produttrici del settore.

Una volta raggiunta l’adeguata professionalità per iniziare l’attività vera e propria dell’imbianchino bisognerà delegare un commercialista che provvederà ad aprire la partita iva, le posizioni: Inail ed Inps e l’scrizione alla camera di commercio del proprio distretto.

Quali mansioni svolge:

L’imbianchino professionista svolge accurati interventi d’imbiancatura sia in interno che in esterno. Esegue tinteggiature di appartamenti, uffici, negozi e condomini. Esegue decorazioni artistiche sulle pareti in interno come lo stucco veneziano, ma anche spugnati, marmorini, velature, finti marmi,  tutte le decorazioni di nuova tendenza e la tecnica dello shabby chic. Applica rivestimenti in facciata ed esegue tinteggiature e verniciature in esterno. Spesso esegue piccole riparazioni e sempre più usa il cartongesso per fare abbassamenti, controsoffitti e svariati manufatti. Negli ultimi anni l’imbianchino ha assunto maggior padronanza nella posa della resina decorativa, nella posa del finto parquet e nella posa della carta da parati.

Principale attrezzatura dell’imbianchino:

Essendo un lavoro prettamente manuale, per svolgere l’attività d’imbianchino non occorre una complessa attrezzatura. Basterà munirsi di un piccolo fungoncino, un trabattello, una scala, una serie di pennelli, una cassetta degli attrezzi con cacciaviti, tenaglie e martelli, delle spatole. Oltre all’adeguata attrezzatura  di consumo come: nastri, feltri e teli e naturalmente il prodotto verniciante d’applicare.

Reddito dell’imbianchino:

Chi svolge la professione con continuità e da qualche anno, può facilmente raggiungere un fatturato di circa 40.000,00/50.000,00 con un guadagno netto di circa 15.000,00 / 20.000,00. Naturalmente gli introiti possono variare di molto a seconda di come si è organizzati, dal tipo di clientela che si annovera con il tempo e dal tipo di fiscalità che si adotta.

A chi si rivolge l’imbianchino:

I clienti tipo dell’imbianchino sono: privati, architetti, progettisti, imprese edili, amministratori di condominio ed in generale chi ha la necessità di rinnovare o “pulire” le pareti di un’ambiente.

Come l’imbianchino si procura il lavoro:

Inizialmente si può pensare di aprire un sito internet, stampare i biglietti da visita e rendersi disponibili ad aiutare un collega imbianchino che ha necessità di terminare un lavoro di grande entità o rivolgersi a pareti ed amici che hanno bisogno del vostro intervento.

Successivamente potrà esse utile stampare qualche book fotografico da mostrare ai clienti ed iniziare con telefonate, appuntamenti e lettere di marketing da inviare ad architetti, imprese edile, amministratori di condominio e design della zona. Un valido consiglio potrebbe essere quello di svolgere alcuni particolari lavori di decorazione (a prezzi tutto sommato competitivi) per mostrare ai futuri clienti come gli ambienti potrebbero trasformarsi.

I social e l’imbianchino 2.0:

I social sono un valido veicolo per farsi una reputazione in rete o per raggiungere qualche cliente. Pinterest, Instagram sono due ottimi strumenti per pubblicare le foto dei lavori eseguiti (consigliamo di inserire le foto di prima e dopo i lavori).

Mentre su Facebook sono presenti numerosi gruppi (suddivisi per settore) che possono offrire sostegno e notorietà. Inoltre i social potrebbero essere usati per ricevere eventuali feedback positivi dai propri clienti o per fidelizzare la clientela. Alcuni dei principali gruppi di Facebook:

Dove reperire i prodotti verniciati

I prodotti vernicianti vengono acquistati quasi esclusivamente presso i centri specializzati del colore perché offrono prodotti notoriamente più prestazionali ed accordi commerciali che difficilmente ottenibili nei tradizionali centri del Fai da Te.

Principali marche di prodotti dell’imbianchino:

 Precisiamo che in Italia sono presenti numerosissimi produttori di prodotti vernicianti, pertanto citiamo per comodità solo alcune delle aziende più note. Ricordiamo però che sono presenti tantissime altre aziende che offrono prodotti di comprovata qualità.

pietra spaccata
pietra spaccata

Prodotti decorativi:

Giorgio Graesan: nota azienda Milanese che distribuisce attraverso i suoi rivenditori di fiducia, prodotti decorativi di grande impatto. Presente in tutto il territorio Italiano. Conta numerosi applicatori in Italia ed all’estero. E’ divenuta popolare per lacuni effetti decorativi tra cui l’effetto Pietra spaccata.

Oikos: azienda di Gatteo al Mare (Cesena-Forlì) presente da oltre 30 anni su tutto il territorio italiano ed all’estero per mezzo rivenditori sparsi un pò ovunque. Specializzata in prodotti decorativi a basso impatto ambientale dal raffinato charme, si rivolge principalmente ad applicatori professionisti ed architetti.

Cebos: azienda lombarda della provincia di Bergamo specializzata in finiture decorative di indubbia bellezza. I prodotti sono reperibili presso diversi colorifici del nord e del centro Italia.

Novacolor: produttrice di prodotti decorativi principalmente destinati ad architetti, imbianchini e rivenditori presenti soprattutto all’estero ma anche in Italia.

Candis: azienda piemontese nota per aver introdotto nel mercato le Terre Fiorentine. I prodotti sono reperibili presso i rivenditori in tutta Italia.

Loggia: nota azienda Laziale produttrice di numerosi prodotti tra cui alcune decorazione di tendenza. I rivenditori sono presenti principalmente al sud anche se ultimamente dispone di alcuni rivenditori anche nel centro e nel nord Italia.

Valpaint: azienda con sede nella provincia di Ancona, produce prodotti decorativi destinati principalmente alla clientela professionale Presente in Italia ed sopratutto all’estero.

Prodotti vernicianti tradizionali:

Sikkens: l’azienda più nota ad architetti ed imbianchini. Offre un catalogo prodotti  basato sull’estrema qualità.

San Marco: azienda Veneziana tra le più note dal settore. Possiede un vasto catalogo di prodotti vernicianti rivolto esclusivamente ad applicatori.

Boero: azienda Italiana tra le più storiche del settore, punta a prodotti di qualità.

Sigma: azienda estera nota nel settore per l’alphatone. Dispone di prodotti di qualità rivolti a professioni imbianchini.

Caparol: azienda estera presente in Italia attraverso i suoi rivenditori e nota per aver prodotti di qualità per l’esterno.

Duco professional: famosa per aver introdotto il noto Ducotone. La duco è un’azienda che produce prodotti di qualità distribuiti da rivenditori specializzati.

Max Meyer professional: oltre 100 anni di storia per una delle marche più famose d’Italia. Produce prodotti vernicianti di ottima qualità.

Oikos: produce e rivende attraverso i centri del colore prodotti decorativi e prodotti vernicianti all’acqua di ottima qualità a basso impatto ambientale.

Ivas: azienda Emiliana conosciuta per la qualità dei suoi prodotti per esterno.

Gruppo J Colors: presente in tutto il territorio Italiano con diverse marchi come Vip, Toscano, Paramatti e Rossetti produce e distribuisce i suoi prodotti di qualità in colorifici e centri Fai da Te.

Gruppo Cromology: multinazionale presente in tutto il territorio Italiano attraverso una serie di noti marchi tra cui (Max Mayr, Duco, Settef, Viero, Cepro, Baldini, ecc, ecc) prodotti di qualità rivolti a clientela professionale e clienti fai da te.

Prodotti verniciati naturali:

Solas: azienda con sede nella provincia di Lecco, produce esclusivamente prodotti vernicianti naturali.

I documenti da mostrare in cantiere:

Se l’imbianchino lavora in autonomia basterà mostrare il durc (documento che attesta la regolarità contributiva) e la visura camerale. Se si è organizzati in società e si dispone di dipendenti sarà necessario esibire una serie complessa di documenti:

  • visura camerale
  • documenti d’identità delle persone presenti in cantiere
  • Durc
  • Pos (piano operativo sicurezza)
  • Dvr (documento valutazione rischi)
  • Iscrizione cassa edile
  • Visite mediche dei dipendenti
  • Attestati vari relativi al testo unico sulla sicurezza
  • Attestati che certificano che le attrezzatura sono a norma

Oltre ad eventuali altri documenti richiesti a discrezione della committenza.

Quale tipo di ragione sociale aprire se sei un imbianchino?

La tipologia di ragione sociale d’aprire chiaramente dipende dal volume d’affari che si potrà disporre. Inizialmente potrebbe essere vantaggioso aprire una ditta individuale con il regime fiscale dei minimi o una srls. Quando il fatturato sarà consolidato si potrà pensare ad aprire una srl o un società di persone.

imbianchino durante la fase della scelta dei colori
imbianchino durante la fase della scelta dei colori

L’iscrizione alla Cassa Edile

Chiunque assuma un operaio imbianchino (edile) alla proprie dipendenze anche se ditta individuale, è obbligato ad iscriversi alla cassa edile, la quale provvederà ad erogare una serie di servizi ai propri dipendenti ed alle aziende facenti parte di questo ente di natura contrattuale.

Il rapporto con la clientela dell’imbianchino

Il professionista dovrà prestare molta attenzione ad interloquire con la propria clientela. Un aspetto da non sottovalutare è il rapporto di fiducia che si viene inevitabilmente a creare con i clienti che spesso, per esigenze di tempo, affideranno la loro abitazione all’artigiano imbianchino. E’ buona norma presentarsi in cantiere in perfetto orario, non fumare nei locali dove si effettua la prestazione, prestare molta attenzione a coprire e spostare l’arredo, disporre di un’adeguata divisa cercando sempre di mantenere la calma. Nel limite del possibile bisognerà accontentare il cliente un pò in tutto, anche perchè capita sovente che il cliente ha le idee confuse. Inoltre bisognerà saper consigliare nel giusto modo la scelta dei colori e gli ambienti da creare.

Fonte: easyprof