riparazione intonaco muro
riparazione intonaco muro

Come riparare uno spigolo rotto del muro

 

Hai appena rotto lo spigolo del muro e non sai come ripararlo? Niente paura, con poche e semplici istruzioni puoi cominciare già da subito il tuo fai da te.

Gli spigoli sono le parti più delicati dei muri e più suscettibili ai traumi: quante volte trasportando un mobile, o durante un trasloco, abbiamo visto crollare l’intonaco? Si tratta di un piccolo e banale inconveniente, nulla a cui non si possa mettere rimedio.

Basta infatti l’occorrente adatto e in poco tempo potrai far tornare lo spigolo come nuovo.

 

 

Per prima cosa devi assicurarti dell’entità del danno: ci sono spigoli che possono essere riparati in ventiquattr’ore e spigoli che necessitano di almeno due giorni di tempo per le fasi di asciugatura del cemento. Una volta valutato il tipo di intervento necessario, sarai pronto a riparare il tuo muro.

Se il danno è abbastanza superficiale e coinvolge l‘intonaco senza che la struttura del muro venga intaccata eccessivamente, dovrai semplicemente pulire accuratamente la parte danneggiata da tutti i pezzetti e dalla polvere, scrostando l’intonaco con l’aiuto del raschietto, con un movimento che parte dal centro verso l’esterno.

Quando avrai finito l’area da trattare sarà perfettamente ripulita dai residui, e potrai cominciare la fase di stuccatura.

Se decidi di usare il gesso, ricorda di bagnare bene la zona con una grossa spugna imbevuta. Dopo aver eseguito la bagnatura potrai procedere applicando lo stucco con la spatola, senza temere di eccedere nei contorni.

Con l’uso della spatola puoi cominciare a sagomare leggermente il contorno dello spigolo, che verrà perfezionato prima che lo stucco si asciughi.

Una volta asciutto, potrai passare la carta vetrata a grana molto sottile, su tutti e due i lati dello spigolo, per levigarlo accuratamente e pareggiare la superficie.

 

 

Se il danno è un po’ più importante e la struttura del muro è stata intaccata non è un problema: è possibile intervenire riparandola da solo, il procedimento è solo un po’ più articolato.

La prima fase è sempre quella di pulizia e rimozione dei frammenti: con uno scalpelletto puoi rimuovere le parti in eccesso fino ad arrivare alla struttura sotto l’intonaco.

Prepara della malta di cemento: dovrai utilizzare una minor quantità di sabbia rispetto a quella usata per il comune impasto.

In alternativa puoi usare un altro legante, per esempio la malta con calce.

Quando la malta sarà pronta potrai applicarla con la cazzuola sull’area danneggiata, aiutandoti con un listello di legno verticale fissato con dei chiodi, che ti farà da guida.

In questo modo sarai in grado di riempire il vuoto e ricreare la forma dello spigolo. Il cemento dovrà restare in posa un paio di giorni, durante i quali dovrai provvedere a bagnarlo regolarmente con uno spruzzino.

Quando il cemento sarà abbastanza sodo potrai togliere il listello e spianare delicatamente col frattazzo. A completa asciugatura del cemento potrai infine dargli una mano di carta vetrata abbastanza grossolana. Il tocco finale sarà la tinteggiatura, eseguita solo sull’area con una pennellessa.

Se sei particolarmente distratto e i muri di casa tua tendono a sbrecciarsi di continuo perché spostando i mobili li urti spesso, ti consigliamo alcune soluzioni alternative.

I bordini adesivi sono una soluzione lampo per proteggere gli spigoli dei muri: sono economici, veloci da montare perché adesivi, rimovibili in qualsiasi momento e disponibili in commercio nei colori e nelle tonalità più disparate, fatti apposta per abbinarsi a qualunque colore tu abbia scelto per la tua parete.

Potrai trovare anche online numerose soluzioni di protezione come i paraspigoli appositi prodotti in diversi materiali, legno, plastica e metallo, pronti ad essere fissati con una semplice colla da montaggio.

Li trovi in commercio anche nelle versioni più pregiate, in legno di faggio e abete, laccati o grezzi, che si abbinano ad ambienti classici oppure moderni con la stessa versatilità.

Se la tua casa è invece in fase di costruzione e stai per vedere il tuo sogno realizzato, non essere frettoloso e verifica che i muratori abbiano previsto di montare gli angolari metallici, ovvero i supporti che mantengano salda la struttura nel momento in cui il muro viene

 

 

 

 

 

 

 

costruito e prevengono in modo ottimale tutte le future possibili sbrecciature. Dopotutto prevenire è meglio che curare!

La procedura di riparazione di uno spigolo del muro rotto è semplice e tutti la possono fare: poter dire di saper aggiustare un piccolo danno al muro è una soddisfazione concreta alla portata di tutti.

Anche chi non ha mai realizzato da solo alcunché dovrebbe, almeno per una volta, cimentarsi nella sfida e mettersi in gioco, perché riparare e costruire non sono solo attività necessarie al buon mantenimento della casa, ma sono anche abilità da imparare per arricchire il proprio bagaglio personale.

Coltivare la propria manualità per riparare qualcosa è sempre interessante e soddisfacente, anche per chi è alle primissime armi e non ha mai toccato la cassetta degli attrezzi prima d’ora.

Anche tu avrai sognato, almeno per una volta da bambino, di poter costruire un’intera casa da solo, con le tue mani: e se questo per ora non lo puoi fare, o meglio non ancora, puoi però cogliere quest’occasione per giocare con la fantasia e la creatività, imparando facilmente l’arte del riparare.

Riepilogo del costo per riparare uno spigolo del muro rotto:

Per riparare un muro rotto non bisognerà preventivare di spendere molti soldi. Difatti aggiustare uno spigolo del muro rotto non è un lavoro di grandi dimensioni. Generalmente basterà acquistare dello stucco in polvere da 1 kg o del gesso. Il costo massimo è di euro 5,00.

1 Commento

Comments are closed.