plafone danneggiato macchiato
plafone danneggiato macchiato

Come imbiancare per coprire le macchie da infiltrazione d’acqua in modo definitivo

 

Le infiltrazioni d’acqua danneggiano le pareti lasciando antiestetiche macchie scure o giallognole che sono difficili da eliminare completamente.
Tuttavia, con i prodotti e le operazioni giuste è possibile ripristinare lo stato dei muri senza ricorrere a costosi interventi.

Anzitutto, prima ancora di procedere con le operazioni di ripristino, accertarsi di aver individuato l’origine dell’infiltrazione e averla eliminata definitivamente.
Quindi, attendere che la superficie danneggiata sia completamente asciutta.

L’intervento cambia in base all’entità del danno.

 

Tabella comparativa prodotti antimacchia

Se si è trattato di una piccola infiltrazione, in una zona circoscritta, che ha lasciato solo una macchia senza danneggiare l’intonaco, procedere in questo modo:

– eliminare la macchia. O schiarendola con una soluzione di acqua e candeggina (10 parti di acqua, 1 parte di candeggina) che va spruzzata o spennellata ripetutamente sulla zona interessata.
Oppure, coprendola con una bomboletta spray antimacchia, o ancora, eliminando lo strato superficiale di intonaco carteggiandolo con una carta a grana sottile;

  • applicare una mano di cementite;
  • attendere almeno 4 ore
  • finire con la tinteggiatura.

 

Se l’infiltrazione è stata importante e ha danneggiato anche l’intonaco più in profondità, bisogna rimuoverlo completamente prima di ripristinare lo stato dei muri, altrimenti in seguito potrebbe formarsi della muffa.

– Eliminare con una spatola tutte le parti sfogliate dell’intonaco;
– spazzolare la superficie per eliminare ogni residuo di materiale;
– passare lo stucco e aspettare che si asciughi completamente;
– se la superficie non risulta omogenea carteggiare prima di procedere con la tinteggiatura.
Quest’ultima è un’operazione molto importante per ottenere un risultato soddisfacente, omogeneo e senza aloni.
Si sconsiglia di usare direttamente una comune pittura lavabile, o a base acrilica, perché ha scarso potere coprente e richiederebbe molte mani per eliminare completamente la macchia.
Utilizzare prima una o due mani di pittura risanante a solvente, diluita con acquaragia o sintetici, molto coprente, che va applicata come un normale smalto, solo sulla macchia. Esistono in commercio anche delle specifiche pitture antimacchia all’acqua. In questo caso tra una mano e l’altra è consigliabile attendere circa un giorno. Si potrebbe pensare di dare la prima mano il pomeriggio e la mattina seguente finire il lavoro con la seconda mano di pittura antimacchia.
Solo dopo la completa asciugatura, si può finire tinteggiando con pittura lavabile.

Una particolare attenzione è richiesta qualora l’infiltrazione abbia interessato un soffitto dove era stata realizzata una controsoffittatura. L’intervento cambia in base al materiale utilizzato.
Se, come nella maggior parte dei casi, è stato installato del polistirolo o del sughero, l’operazione è estremamente semplice:
– far aerare bene l’ambiente, aprendo le finestre, e attendere la completa asciugatura;
– utilizzando una scopa, far cadere tutta la polvere e il calcare depositati sulla superficie – interessata;
– tinteggiare con un pennello o un rullo.

 

Macchie da infiltrazione d’acqua: costo dei materiali

Un classico problema quando si deve imbiancare per ripristinare una macchia da infiltrazione d’acqua, riguarda il costo dei materiali. Proviamo ad elencare i principali costi dei prodotti:

  • stucco in polvere da 1 kg: euro 2,00 – 2,50 al kg
  • foglio di carta vetrata: euro 1,00 a foglio
  • bomboletta spray antimacchia: euro 7,00
  • bidone di idropittura: da euro 30,00 fino ad euro 100,00 per 14 lt
  • cementite o fondo antimacchia: euro 30,00 – 35,00 per barattolo da 2,5 lt
  • acquaragia: euro 3,00 – 3,50 al lt
  • materiali da copertura: circa euro 10,00 – 20,00 a seconda di cosa si usa

Imbiancare per coprire le macchie da infiltrazione d’acqua: costo risarcimento danni assicurazione:

A chi non è capitato di subire un danno da infiltrazione d’acqua causato da un vicino del piano superiore. Spesso il perito liquida dei danni che non sono congrui, magari solo dal nostro punto di vista. Generalmente un’ assicurazione tenderà a risarcire solo la parte interessata dal danno dimenticandosi che però dovrebbe stimare anche una percentuale per le atri pareti. Difatti se una parete viene imbiancata perchè ha subito un danno da infiltrazione d’acqua; molto probabilmente anche le altre dovranno essere imbiancate.

Esempi di danni reali che l’assicurazione dovrebbe risarcire per macchie da infiltrazione d’acqua:

  • cucina che ha subito un danno parziale: circa euro 350,00
  • cucina che ha subito un danno rilevante: da euro 500,00 ad euro 700,00
  • soggiorno o camera che ha subito un danno parziale: circa euro 400,00
  • soggiorno o camera che ha subito un danno rilevante: da euro 500,00 ad euro 800,00
  • bagno o piccolo corridoio: vale la regola dei prezzi della cucina

Rimangono esclusi i danni a cose o persone o danni aggiuntivi in caso le pareti siano decorate con prodotti o tecniche particolari o con carta da parati.

Non ci resta che iniziare i lavori! Ricordatevi però di seguire la guida

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo sui social 🙂 o seguici su facebook

1 Commento

Comments are closed.