Bonus verde 2019

La Legge di Bilancio del 2019 ha consentito di estendere anche al nuovo anno alcuni tipi di detrazioni, che possono riguardare interventi che interessino sia la casa sia le parti esterne a questa.

Proprio prendendo in considerazione il perimetro della propria casa, e le aree che si trovino al di fuori, si vede la riconferma del bonus verde 2019, una detrazione particolare che è più estesa di quanto si potrebbe pensare.

Leggi anche: Bonus Verde 2019 stanziati 9,5 miliardi di euro

Bonus verde 2019, in che cosa consiste

Il bonus verde 2019 è una detrazione Irpef pari al 36% rispetto alle spese che saranno sostenute nell’anno per finanziare interventi diversi, tra i quali si comprendono:

  • La sistemazione a verde delle aree scoperte private di edifici, di unità immobiliari, di pertinenze o recinzioni;
  • La realizzazione di impianti di irrigazione e di pozzi;
  • La realizzazione di coperture verdi e di giardini pensili.

La detrazione verrà ripartita in dieci quote annuali di pari importo, e andrà calcolata su un importo massimo di 5 mila euro per ogni unità immobiliare ad uso abitativo, importo che comprende anche le spese di progettazione.

Per usufruire del bonus verde il pagamento delle spese dovrà essere avvenuto attraverso strumenti tracciabili.

I vantaggi del bonus verde 2019

Il bonus verde 2019 consente, essenzialmente, di poter detrarre per ogni unità immobiliare sino a 1.800 euro in totale.

Esso può comprendere anche gli interventi che saranno stati eseguiti sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali.

Quindi, anche il condominio potrà far valere il diritto alla detrazione stessa, ovviamente per la parte che sia stata effettivamente versata dal condominio.