gesso

Per realizzare una parete all’interno di un’abitazione oppure di un ufficio potrete scegliere differenti tipologie di intonaco. Questo potrebbe sembrare un “ingrediente” banale, ma è, in realtà, un elemento molto importante.

Infatti, questo ha differenti funzioni: da quella estetica a quella strutturale, in quanto va a proteggere il muro dalle sollecitazioni e anche dai cambi di temperatura.

Infine, l’intonaco consente anche di preparare il lavoro per processi successivi, come la tinteggiatura, l’applicazione di rivestimenti, di stucchi e così via. Nel caso in cui vogliate scegliere un intonaco a base di gesso, andrete a scegliere un prodotto certamente particolare.

Che cos’è l’intonaco a base di gesso

L’intonaco a base di gesso, come si può immaginare, è un prodotto che vede, come elemento legante principale, proprio il gesso. Esso dà la possibilità di realizzare certamente muri molto lisci e di costituire una parete in grado di supportare soprattutto i lavori di tinteggiatura.

I tipi di intonaco a base di gesso

L’intonaco a base di gesso può essere di diverse tipologie. Si ha quello premiscelato, già pronto all’uso, oppure si possono scegliere altri tipi di intonaco a base di gesso.

Si ha, ad esempio, la tonachina, che ha una finitura bianca e viene realizzata proprio usando la calce bianca stagionata, degli inerti e additivi naturali. La tonachina è adatta sia per le pareti poste all’interno degli edifici sia per le pareti esterne a questi.

La tonachina non andrà applicata sul calcestruzzo, su materiali di tipo plastico o anche su altre tonachine preesistenti. Si ha, inoltre, anche la così detta scagliola. Questa si applica, in generale, sulle pareti interne e si può utilizzare come intonaco ad un solo strato di tipo lucido, o anche come elemento rasante a livello superficiale per intonaci dotati di un loro effetto lucido.

Per poter utilizzare la scagliola sarà necessario avere una superficie che sia stata precedentemente pulita e anche leggermente inumidita.

Come applicare l’intonaco a base di gesso

Per applicare l’intonaco a base di gesso serviranno sicuramente alcuni strumenti, come la staggia, un utensile che consente non solo l’ottima applicazione dell’intonaco, ma anche la sua resa particolarmente liscia.

Si potrà limitare l’applicazione dell’intonaco a base di gesso ad un unico strato e lo si dovrà far asciugare perfettamente prima di poter passare a realizzare altre operazioni sulla parete. Nel caso in cui vi siano dei giunti, questi dovranno essere chiusi grazie all’utilizzo di materiale sigillante. Allo stesso modo, si dovrà procedere anche a chiudere buchi e altre cavità che potranno essere presenti sulla parete.

Qualora la parete risulti molto assorbente, sarà possibile utilizzare, prima dell’intonaco a base di gesso, un apposito primer. Per tinteggiare, oppure per passare all’applicazione di una tappezzeria, si dovrà attendere che il rasante sia completamente asciutto. Inoltre, tale tipo di prodotto spesso può non essere molto adatto a tinte che siano a base di silicato.

Per l’applicazione delle piastrelle sarà sempre necessario scegliere un intonaco adatto, che consenta non solo la massima resa dal punto di vista estetico, ma che dia anche la possibilità di sorreggere al massimo le piastrelle.