controtelai Scrigno

Vorreste avere a disposizione una porta a scomparsa e vi state chiedendo quali siano le procedure di montaggio per i controtelai Scrigno? Riuscire a fare tutto con le vostre mani non sarà difficile, sarà sufficiente avere a disposizione un po’ di tempo e impegnarsi seguendo le istruzioni passo per passo.

Applicare i controtelai Scrigno: gli attrezzi

Come prima cosa, per applicare i controtelai Scrigno dovrete procurarvi alcuni attrezzi, tra cui il metro, la staggia, la matita, una livella, del filo a piombo, un mazzuolo, una cazzuola, uno scalpello, un frattazzo, una piccola scala, un secchio e dei cunei di legno.

Inoltre, dovrete avere a disposizione del cemento a presa rapida, della malta cementizia, dell’intonaco, e anche degli elementi architettonici, come un architrave in calcestruzzo (con misure adatte al vostro controtelaio) e, ovviamente, il controtelaio, la porta e il telaio.

La procedura per applicare i controtelai Scrigno

Per iniziare ad applicare i controtelai Scrigno dovrete iniziare a prendere le vostre misure per avere a disposizione, sulla parete, le linee guida per poter ricavare il vano. Anche per le misure riferitevi alle istruzioni che saranno sicuramente presenti nel libretto del controtelaio.

Per avere la traccia relativa all’architrave dovrete segnare, ad una distanza di circa 2 centimetri dalla linea superiore del vano, due linee guida che siano distanti circa 9 centimetri tra loro. A questo punto, usate scalpello e martello per fare una traccia sulla parete andando a seguire le linee guida che avrete segnato.

Poi, dovrete quagliare l’architrave nel muro usando la malta cementizia. Successivamente dovrete eseguire due tracce lungo le linee guida verticali che vanno a delimitare il vano e, procedendo dall’alto verso il basso orizzontalmente, dovrete rimuovere i laterizi che comporranno il vano.

Per fissare i cassonetti sotto il livello del pavimento dovrete scavare due buche larghe 12 x 65 centimetri circa alle due estremità del vano, sempre usando scalpello e martello. Anche in questo caso, per la profondità delle buche fate riferimento al libretto di istruzioni.

A questo punto potrete posizionare il controtelaio all’interno del vano: per farlo posate i cassonetti nelle buche e, facendovi aiutare controllate che il vostro controtelaio sia in linea. Potrete usare il filo a piombo e la livella per controllare che tutto sia a posto.

Bloccate il controtelaio con dei cunei di legno e, nel frattempo, preparate del cemento a presa rapida per quagliare le zanche del vostro controtelaio all’interno della parete. In questo modo il controtelaio sarà fissato.

La rifinitura

Per applicare i Controtelai Scrigno correttamente dovrete anche passare alla rifinitura. Preparerete l’intonaco e procederete ad intonacare entrambe le facciate dei cassonetti. Dopo aver atteso l’asciugatura potrete passare a stuccare e carteggiare e potrete anche tinteggiare la parete.

Per concludere dovrete togliere i distanziatori che avrete applicato precedentemente, potrete rimuovere i pannelli per la copertura dei vani dei cassonetti e potrete inserire i carrelli per lo scorrimento delle porte all’interno dell’apposita guida.

Passate, poi, a fissare le staffe alle porte per poterle agganciare ai carrelli e poter fissare, alla fine, il vostro telaio e anche gli eventuali coprifili. Questo sistema per applicare i Controtelai Scrigno si riferisce a quelli che andranno incassati all’interno della parete, in quanto esistono anche porte che possono scorrere all’esterno e che richiederanno interventi meno incisivi dal punto di vista della muratura.

Seguite sempre le istruzioni riportate sul libretto della vostra porta scorrevole per non sbagliare.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome