spruzzo airless
spruzzo airless

Come imbiancare con l’airless? Le tecniche, classiche o alternative, che lo consentono non sono di certo poche. Oggigiorno, infatti, si può imbiancare una parete evitando di utilizzare un metodo tradizionale di verniciatura, ma grazie a strumenti più moderni ed innovativi che consentono risultati soddisfacenti e criteri di azione decisamente migliori di quelli ‘a mano libera’.

Vediamo quindi “passo passo” e nel dettaglio come imbiancare con l’airless. Per prima cosa è opportuno premettere quanto segue: è importante sia scegliere gli accessori più adatti per comfort e prestazioni sia lavorare in modo facile e pulito per sfruttare la vostra apparecchiatura al massimo della capacità.

Esistono diverse marche di compressori airless, ma per comodità ne citiamo solo alcune. “Graco”, ad esempio, è un azienda leader nel settore dell’airless e mette a disposizione diverse tipologie di accessori e apparecchi. Nel caso specifico, oltre alla valvola on/off, gran parte delle pistole airless presenta anche raccordi girevoli e/o filtri integrati.

Prima di cominciare il lavoro vero e proprio, risulta però necessario accertarsi che alcune condizioni siano favorevoli all’attività che si vuole svolgere. Ad esempio, risulta auspicabile controllare la pressione, il comfort di chi usa la pistola e, infine, la dimensione del passaggio e la diffusione del liquido.

Come anticipato, di pistole airless ne esistono di diversi tipi: la pistola Ftx, che consente utilizzata per operazioni di finitura e verniciatura generica; la pistola Contractor, utile per spruzzare la vernice su superfici estese; la pistola Silver Plus per l’utilizzo di materiali/liquidi più densi; la pistola Tex Spray Blu, l’ideale per intonaci e mastici; infine la Pistola Silver Flex e la pistola TexSpray in linea, rispettivamente usate per verniciatura e tracciatura e per flussi di pittura elevati.

Quali sono le accortezze da avere quando s’imbianca con airless? Beh, un buon lavoro verniciato ma che risulta pieno di schizzi certo non sarà mai un capolavoro, tanto per iniziare. E’ dunque necessario fare dei test preventivi prima di mettere mano alla parete. Cominciate pure il vostro lavoro di tinteggiatura quando avrete acquisito una buona manualità e il getto della pistola da voi gestita sarà regolare e uniforme.

Successivamente investite la vostra pazienza in qualità. Nel senso che potete ottimizzare l’efficacia del vostro lavoro. Come imbiancare con airless, quindi, senza creare troppi danni? In commercio esistono diversi accessori che facilitano le tinteggiature: kit, augelli e filtri, di cui talvolta si potrà avere davvero bisogno. Questi in sostanza alcuni consigli fondamentali per non fare una brutta figura di fronte ad una parete.