pittura lavagna muri
pittura lavagna muri

LavagnaChi ha dei bambini piccoli sa benissimo quanto si divertano a imbrattare muri e pareti di casa con i loro pennarelli colorati. Ma invece di rimbrottarli e cercare di ripulire disperatamente le pareti della vostra abitazione, avete mai pensato di assecondare la loro creatività e magari divertirvi insieme a loro, trasformando una parete in una gigantesca lavagna? Se in questo momento vi state chiedendo in che modo realizzare una parete del genere, vediamo insieme qualche utile consiglio su come fare l’effetto lavagna sui muri.

 

La prima cosa da procurarsi è ovviamente la vernice effetto lavagna. In commercio queste vernici sono disponibili anche in altri colori oltre al classico nero, con prezzi relativamente bassi che si aggirano intorno ai venti euro a barattolo. Una volta che si è acquistata la vernice, bisogna munirsi anche di un pennello o di un rullo per stenderla, del nastro adesivo, di carta vetrata, di un telo di plastica e di alcuni pezzi di gesso.

Prima di iniziare a stendere la vernice bisogna ricordare che, trattandosi di un materiale chimico, è necessario proteggere occhi e mani da eventuali schizzi o contatti. Utilizzare quindi sempre guanti usa e getta e occhialoni protettivi. Detto questo si può cominciare con la trasformazione della nostra parete. Si può scegliere di creare una lavagna che si estenda su tutta la superficie disponibile, o realizzare un riquadro più contenuto. Nel caso in cui si opti per la seconda soluzione, sarà necessario delimitare la porzione di muro su cui si intende stendere la vernice lavagna con del nastro adesivo.

 

pareti effetto lavagna
pareti effetto lavagna

 

Per proteggere i pavimenti si sarà precedentemente provveduto a stendere a terra il telo di plastica. A questo punto prendere la carta vetrata e iniziare a passarla sulla superficie da verniciare allo scopo di renderla il più liscia possibile. Una volta eseguita questa operazione è necessario pulire la zona ed eliminare i residui di polvere con un detergente specifico. Attendere che l’area si asciughi per cominciare la verniciatura. Con un rullo o con un pennello passare una prima mano di vernice dall’alto verso il basso con molta cura e attenzione. Attendere il tempo necessario affinché si asciughi. Una seconda mano di vernice lavagna andrà poi stesa in senso verticale, in modo da rendere la superficie il più omogenea possibile ed eliminare eventuali spazietti bianchi.

Una volta che anche la seconda passata si sarà asciugata, si può togliere il nastro adesivo se lo si è utilizzato. Infine per rendere la superficie della lavagna ancora più omogenea basta passarci sopra il gessetto e poi rimuoverlo con un panno. A questo punto la vostra lavagna sarà pronta e potrete tranquillamente divertirvi un mondo a disegnare e colorare le pareti con i vostri bambini.

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo sui social 🙂