effetto plastico bucciato
effetto plastico bucciato

Imbiancare buccia aranciaImbiancare le  pareti  di  casa  offre  una  sensazione  unica  di rinnovamento ed è molto importante trovare i colori con i quali saremo in grado di trovarci in armonia per lunghi anni, non soltanto in base alla moda.
Una volta colorate le pareti, esse torneranno ad avere una nuova luce e i momenti trascorsi in casa saranno piacevolissimi.
Esistono diverse tecniche per imbiancare la propria casa.

Soffermiamoci sulla finitura a buccia d’arancia. Essa consiste nell’applicazione di una particolare miscela di tinta mescolata a colla vinilica molto plastica detta plasticone.

Puoi applicare questa miscela per mezzo di una particolare macchina per finiture, oppure puoi utilizzare uno specifico rullo di spugna dura, la cui spugna è caratterizzata da numerose cavità in cui si deposita la colla vinilica.
Questa tecnica è adatta per pareti non perfettamente levigate sia per interni che per esterni e rappresenta un modo utile per isolare quelle umide grazie al materiale plastico contenuto nella miscela.

I prodotti necessari

1. Cosa ti serve?
– Tinta mescolata con colla vinilica
– Un rullo di spugna dura

2. Per applicare la miscela utilizza il rullo di spugna dura, nelle cui cavità si deposita la colla vinilica. In base alla grandezza di queste cavità, potrai ottenere un effetto più o meno marcato. Più la vernice sarà diluita, più tenue sarà l’effetto. Più essa sarà densa, più accentuate saranno le protuberanze. Passando il rullo sulla parete, noterai subito l’effetto puntinato molto simile alla granulosità della buccia d’arancia.
Puoi trovare il particolare rullo e la miscela già pronta – ossia la colla vinilica unita alla pittura – in qualsiasi colorificio.

3. Principali operazioni preliminari per dipingere la casa: libera le stanze dall’arredamento, metti al riparo finestre, porte, punti luce e pavimento dagli schizzi di pittura attaccando con precisione i fogli di giornale con la carta gommata lungo il perimetro dell’oggetto da coprire.

4. Ti consiglio di applicare la miscela col rullo partendo dagli spigoli e non dal centro della parete, al fine di evitare lo sgradevole distacco che si verifica nel momento in cui la pittura viene stesa in momenti diversi. Applica la pittura su superfici pulite, asciutte e preferibilmente carteggiate – possibilmente in anticipo.

5. In base alle dimensioni delle cavità presenti sul rullo, potrai ottenere l’effetto ruvido più o meno intenso. Sei indeciso su quale effetto scegliere? Nessun problema! Potresti fare delle prove su una piccola parte della parete oppure potresti recarti in colorificio per chiedere una dimostrazione del risultato finale.
Inoltre ti consiglio di rivolgerti a professionisti nel caso in cui dovessi avere problemi con la rimozione della verniciatura, in quanto faticosa e piuttosto difficile.