Rilanciare le costruzioni grazie alle proposte di architetti del Lazio, Rete Irene e Fillea Legambiente, nella fase post Coronavirus

Subito dopo il Coronavirus, bisognerà rilanciare le costruzioni applicando una serie di proposte. L’emergenza richiede la necessità di dare una mano a questo settore potenziando e stabilizzando i bonus per la casa e semplificando anche le procedure amministrative e gli strumenti urbanistici per realizzare nuove strutture. Per rilanciare l’edilizia, Fillea Legambiente, gli ordini degli architetti del Lazio e Rete Irene hanno lanciato una serie di proposte. Innanzitutto, si chiede di prolungare fino al 31 dicembre 2025, sia il Sisma bonus per i condomini che l’ecobonus, andando a ridurre il fabbisogno energetico del 50% oppure da far raggiungere la classe energetica B alle famiglie per risparmiare. Bisogna aumentare gli incentivi, introdurre anche la possibilità di soluzioni integrate di cessione del credito, detrazione fiscale, volgendo la riqualificazione energetica nelle singole strutture.

Rinunciare le costruzioni e garantire accesso al credito

Tra le proposte messe in campo dall’Associazione di categoria vi è anche quella di garantire un fondo per l’accesso al credito specifico per condomini, famiglie, imprese con tassi bassi. Sarebbe un modo per rilanciare le costruzioni e far mettere in campo interventi di riqualificazione antisismici ed energetici. Si chiede in più, che ci sia una semplificazione degli interventi in condominio da fare e che vengano equiparati a quelli ordinari, così da evitare iter troppo lunghi.

Detrazioni finanziamenti e procedure più snelle

La ricetta migliore per rilanciare le costruzioni sarebbe quella di garantire delle procedure più snelle e poi fare in modo anche che si possa puntare su detrazioni e finanziamenti. Un modo per dare impulso, sia alle opere pubbliche, che alle infrastrutture e per sostenere le libere professioni. In merito ai bonus poi, rete Irene ha pubblicato una proposta in 10 punte per l’estensione del sismabonus fino al 31 dicembre 2030 e del bonus facciate per tutto il 2021.