Indagini sismiche in BIM, l’Agenzia del Demanio emette un nuovo bando per 38 immobili nelle Marche

Scadrà il prossimo 24 Marzo 2020 la gara per 38 immobili delle Marche. L’obiettivo è fare indagini sismiche in BIM in tutti i beni statali che si trovano in quella regione. L’Agenzia delle Entrate ha infatti, ha voluto affidare i servizi di architettura e ingegneria per cercare di effettuare una verifica su tutti gli immobili a suo carico. Il bando arriva dopo le indagini di vulnerabilità sismica degli spazi che la Direzione Regionale Marche aveva avviato qualche tempo fa. Tra quelli compresi nel bando vi sono le caserme dei Carabinieri forestali, i commissariati di pubblica sicurezza, le sedi della polizia, gli alloggi delle forze dell’ordine ed anche un poligono di tiro.

Indagini sismiche in BIM, il bando

La regione Marche ha emesso il bando per le indagini sismiche in BIM e per tenere in sicurezza tutte le strutture pubbliche. L’incarico è di 351 mila e 950 euro con offerte che potranno essere fatte entro il 24 Marzo 2020. Si tratta di un importante servizio di architettura e di ingegneria con lo scopo di tenere sotto controllo il gli immobili, seguendo anche i modelli digitali in modalità BIM. Si tratta di un modello parametrico contenente le informazioni che riguardano tutta la vita di un’opera, dalla costruzione fino alla distruzione. È un modello molto importante che sarà esaminato a carico dell’Agenzia del Demanio.

Modelli digitali, la verifica sugli immobili

La verifica sugli ommobili, permetterà di poter rispettare i limiti previsti dalla legge e anche di tenere al sicuro cittadini e dipendenti pubblici. Del resto, l’Agenzia del Demanio ha deciso di prendere in carico questa attività di indagini sismiche in BIM, verificando poi successivamente, dopo la data di scadenza del 24 Marzo, i servizi di architettura e di ingegneria che sono oggetto di tale bando. Insomma, un’ottima iniziativa per la riqualificazione strutturale degli edifici cittadini.