Reati contro l’ambiente, lo scorso anno sono stati commessi circa 7 reati al del giorno, quindi più di 3,2 ogni ora. I dati raccolti sono spaventosi perchè non accennano a diminuire e non ci permettono di avere buone speranze in merito.

Reati contro l’ambiente, registrati dati spaventosi

Ecco perché secondo alcune indagini e ricerche, sono stati superati i 10.000 sequestri e contestazioni che rivelano essere tre al giorno con un grandissimo incremento rispetto al 2017.

Ma cosa si può intendere per reati contro l’ambiente? Si tratta di semplicissimi reati commessi da comuni cittadini che appiccano incendi boschivi, commettono furti di beni culturali, o rovinano monumenti di grande valore.

In questo campo quindi, la legalità ha subito una vera e propria aggressione che ha fruttato all’ecomafia 16,6 miliardi di euro. Per esempio sono aumentati i singoli illeciti legati al cemento selvaggio così come quelli in materia di sicurezza, l’abusivismo, al caporalato nei cantieri e tanto altro.

Sicilia, Campania, Calabria e Puglia le regioni interessate

Le regioni maggiormente interessate sono la Campania, la Calabria, la Puglia ed infine la Sicilia come sempre maggiormente dai reati contro l’ambiente svolti giornalmente nella tranquillità e serenità più assoluta.

Proprio così perchè è al sud che l’abusivismo edilizio dilaga, si continua a costruire abusivamente come se tutto rientrasse nella legalità e permesso dalle leggi. Così aumentano anche i casi di disastro ambientale che completano il quadro. Sappiamo purtroppo che la situazione andrà sempre di più a peggiorare.