Immobili in Italia

Immobili in Italia, secondo i dati delle banche le unità immobiliari di proprietà e in rendite sono in aumento, questi sono dati importanti che confermano la crescita. Oltre 60 milioni di unità appartengono a persone fisiche e comportano la rendita di circa 23 miliardi di euro.

Immobili in Italia: aumenti e quadro complessivo

Il quadro complessivo del patrimonio immobiliare italiano non è per niente male. Gli immobili in Italia aumentano dello 0,6%, ci sono circa 400.000 unità in più rispetto allo scorso anno ed al 2017. Quindi gli intestatari sono persone fisiche che secondo le prime ricerche sembrano essere in possesso di 5,5 Vani.

Le abitazioni italiane che sono state censite sono piccole ma allo stesso tempo rientrano tranquillamente nella media. Quali sono ad ogni modo le categorie di appartenza? Ritroviamo  sia gli immobili rurali, che quelli popolari che infine i semplici alloggi.

Quindi si parla di unità signorili, castelli, ville, palazzi di pregio anche se bisogna fare delle precisazioni importanti in merito. A quanto pare l’aumento degli immobili in Italia riguarda i Villini e le abitazioni in campagna. Stanno invece subendo un grosso calo le abitazioni signorili, le ville e i castelli.

D’altronde le famiglie italiane hanno bisogno di poco, tra l’altro con l’aumentare delle tasse non possono che andare ad abbassarsi le richieste e le esigenze dei cittadini. Che le rendite però siano in aumento non può che essere positivo.

Condividi
Articolo precedenteFotovoltaico: installati in Italia oltre 800 mila impianti
Articolo successivoCostruzione modulare, ecco i vantaggi
Sicula doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari. Gli vengono riconosciute capacità intuitive