Edilizia abusiva

Edilizia abusiva, Legambiente ha rilasciato dati che preoccupano, e non poco. Nel corso del 2004 fino al 2018 si è verificata l’emissione di quasi 33 mila ordinanze di demolizione, ma ad oggi una piccola parte di queste è stata eseguita.

Edilizia abusiva in crescita in Campania

3651 ordinanze andate a buon fine, pochi edifici abbattuti e luoghi ripristinati che oggi potranno essere utilizzati con altri scopi. Tutto questo per quanto riguarda le zone interne dei comuni, se poi ci avviciniamo al mare gli edifici abusivi triplicano.

L’edilizia abusiva sulla costa infatti ha raggiunto numeri tanto elevati. Secondo Legambiente la Regione che ha una maggioranza di edifici abusivi è la Campania. Qui sono state emanate tante ordinanze ma soltanto il 2% sono state rispettate.

Le altre regioni a seguire sono la Calabria, la Sicilia, e la Puglia. Si tratta purtroppo di una pagina vergognosa della legalità in Italia, che in qualche modo bisogna modificare. Ma la lotta all’abusivismo sembra essere troppo difficile ed impossibile da portare avanti.

Sono pochi i proprietari di immobili abusivi che scelgono di demolire le strutture per pagare meno. Chi non provvede alla demolizione infatti incorre in pesanti multe e sanzioni oltre che dover rispettare l’ordinanza. Come vincere questa lotta contro l’edilizia abusiva? Con continui controlli e pene severe per colore che non rispettano le leggi.

Condividi
Articolo precedenteStrumenti hi-tech nella moderna edilizia
Articolo successivoFotovoltaico: installati in Italia oltre 800 mila impianti
Sicula doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari. Gli vengono riconosciute capacità intuitive