12,5 milioni

12,5 milioni di euro sono in arrivo per la demolizione delle opere abusive e per lo svolgimento di lavori nei piccoli centri.

Questa è la notizia arrivata dalla conferenza unificata per 1.152 comuni italiani. A proposito di ciò molti si dicono soddisfatti del risultato ottenuto. Stiamp parlando in particolar modo del vicepresidente vicario dell’Anci, Roberto Pella.

12,5 milioni divisi ai Comuni per finanziamento interventi

Dopo il via libera verranno presi diversi provvedimenti relativi al finanziamento di interventi per piccoli comuni che hanno un massimo di 3.500 abitanti.

12,5 milioni di euro saranno così ripartiti, 5milioni di euro andranno a favore di tutti i comuni italiani che hanno bisogno di risorse per interventi di demolizione di opere abusive. Interventi che andranno portati a termine entro breve tempo.

Ad ogni modo, si è deciso che i fondi verranno assegnati direttamente ai municipi, saranno questi ultimi poi ad occuparsi della ripartizione dei fondi in base alle richieste.

Richiesta massima finanziamenti da 200.000€

Per gli interventi di piccola entità sono stati stanziati invece 7,5 milioni di euro a favore della manutenzione delle strade, delle strutture pubbliche appartenenti al comune, dell’abbattimento delle barriere architettoniche.

L’importo massimo che si può richiedere per ogni finanziamento è di €200.000.

Nella speranza che questi 12,5 milioni di euro possano cambiare la situazione relativa alla sicurezza in Italia. Si attende l’inizio dei lavori che ogni Comune potrà osservare e giudicare attentamente.