Sconto alternativo ecobonus

Sconto alternativo ecobonus, il Pd ha richiesto l’abrogazione per evitare di mettere a rischio le piccole imprese. Questo è l’obiettivo del disegno di legge che è stato presentato dalle senatrici Pd Teresa Bellanova e Tatjana Rojc.

Secondo molti, questa richiesta dovrebbe puntare a migliorare i contenuti del Decreto cercando di adattarli più possibile alla realtà delle piccole imprese. Al momento la legge va particolarmente conto quelle imprese anzichè aiutarle.

Sconto alternativo all’ecobonus, un aiuto soltanto ai monopolisti

Le esponenti del Pd hanno definito lo sconto alternativo all’ecobonus come un aiuto rivolto soltanto ai monopolisti. Appare essere una minaccia per la filiera della riqualificazione energetica e non soltanto un danno per le imprese.

Le imprese che avrebbero a che fare con problematiche e rischi sarebbero più che altro le piccole imprese e gli artigiani. Invece per quanto riguarda gli interventi di riqualificazione energetica non garantiscono affatto il lavoro ma potrebbero diventare qualcosa di eccessivamente costoso.

Le piccole imprese e filiere a rischio chiusura

Le piccole imprese al momento non hanno grandi possibilità economiche, lo sconto alternativo ecobonus non sarà mai per loro un reale aiuto. Ecco quindi che si attende la risposta alla proposta del PD nella speranza che qualcosa possa veramente definirsi.

In questi anni di crisi, lo sconto potrebbe addirittura condurre alla chiusura definitiva di parecchie filiere.