Edilizia privata

Edilizia privata, purtroppo il settore edile negli ultimi tempi ha subito duri colpi. La situazione non è delle migliori, è peggiorata ogni giorno di più anche perchè le costruzioni delle nuove infrastrutture sono state bloccate. Tutto questo non ha fatto altro che togliere lavoro agli operai e di conseguenza anche reddito nelle tasche degli italiani.

Edilizia privata, ecco alcuni dei punti sui quali agire

La crescita economica punta il tutto per tutto sull’edilizia privata e il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti ha anche espresso il suo parere in merito. I punti essenziali per la crescita economica sono i seguenti:

-organizzazione di un piano straordinario per l’edilizia privata,

-aumento delle buste paga dei lavoratori dipendenti,

-eliminazione del reddito di cittadinanza.

A proposito dell’ultimo punto è stata proposta la sostituzione del reddito con la formazione professionale e lo sblocco delle grandi opere che condurrebbero a maggiori risultati. Servono maggiori incentivi, sgravi fiscali che possano dare un aiuto a chi vuole ristrutturare o eseguire lavori di qualunque tipo.

No al lavoro nero, sì alla legalità e all’aumento delle buste paga

Tra l’altro è necessario che la legalità in Italia aumenti, perchè il lavoro nero e i beni o i lavori non in regola o comunque dichiarati sono davvero troppi. In Liguria per esempio sono stati fatti parecchi passi avanti e la regione ha visto una crescita importante in breve tempo.

Come? Con minori trattenute fiscali e stipendi più alti da parte delle imprese, tutto questo aumenta anche la produttività del lavoro e la necessità del reddito di cittadinanza. Basterebbe poco per dare una scrollata all’edilizia privata e risvegliare la situazione economica italiana.