acido tamponato

Che cos’è l’acido tamponato? Quali sono le sue caratteristiche e come usarlo? Scopriamo in questa guida quali sono le precauzioni di questo acido ad azione controllata, composto da acido solfammico e da altri componenti che espletano la funzione di emulsionanti tensioattivi. Inoltre, è bene conoscere anche il prezzo.

Acido tamponato: che cos’è? Quali sono le sue caratteristiche?

L’acido tamponato è una particolare soluzione che normalmente viene utilizzata nell’ambito dell’edilizia. Principalmente impiegato per ripulire le zone interessate da sporcizia e residui di calce (in special modo dalle pavimentazioni).

Sebbene sia utilizzato prettamente nel settore edile, questo prodotto sta spopolando anche in ambito domestico, dove può trovare applicazione al fine di rimuovere la sporcizia particolarmente difficile da rimuovere.

Fondamentalmente l’acido tamponato consiste in un acido che si definisce “ad azione controllata“: esso è composto da acido solfammico (o acido ammidosolfonico o monoammide dell’acido solforico), miscelato ad alcuni prodotti (emulsionanti “tensioattivi”, ovvero gli emulsionanti più comuni) che svolgono la funzione di diminuire la funzione superficiale dei liquidi, favorendo quindi la bagnabilità dell’interfaccia della superficie, sulla quale si applica il prodotto in questione.

La particolarità di questo acido, che ne fa un prodotto molto apprezzato, è che a differenza dell’acido muriatico, questo non rilascia vapori tossici. Da questa peculiarità consegue, oltre una maggiore sicurezza nell’utilizzo, la possibilità di fruire degli spazi nei quali l’acido viene applicato anche da poco tempo.

Leggi anche: come Sgorgare il Sifone del Lavandino da soli

Acido tamponato: come usarlo in ambito domestico?

In ambito domestico, gli utilizzi diffusi dell’acido tamponato sono due: pavimentazioni e sanitari.

L’acido tamponato per pavimentazioni

Per quanto concerne le pavimentazioni, questo acido viene considerato dagli esperti come il prodotto ideale, sebbene con alcune eccezioni: ardesia; marmi lucidati; acciaio; cromature; di solito su porcellana e ceramica (piastrelle “ceramiche”).

acido tamponato
acido tamponato
pulizia pavimenti con acido tamponato
pulizia pavimenti con acido tamponato

Si consiglia ad ogni modo di effettuare sempre delle prove preventive (magari utilizzandolo su una piastrella di scorta, o su piccole parti di pavimentazioni che restano nascoste perché coperte da mobilia).

Acido tamponato per i sanitari

Per ciò che riguarda i sanitari, l’acido è molto utile nel processo di pulizia periodica, poiché garantisce una pulizia profonda. Quasi sempre il materiale dei sanitari è molto resistente e ne consente l’utilizzo (bisognerà però stare attenti alle parti in metallo, possibilmente coprendole, per non comprometterle irreversibilmente).

Acido tamponato: mini tutorial per l’uso

Per poter utilizzare questa soluzione sui pavimenti occorre, come prima cosa, miscelarla con dell’acqua. In relazione a quanto sporco ostinato da rimuovere sulla superficie sia presente, nonché al materiale della superficie stessa, si sceglie la giusta quantità d’acqua da aggiungere al prodotto puro (esistono anche dei prodotti già diluiti in funzione delle superfici sulle quali si deve agire).

Il consiglio di effettuare una prova è sempre valido, al fine di trovare la miscela più congeniale alla situazione e al pavimento da pulire (se dovesse essere necessario, in seguito si potrà sempre aggiungere altro acido per rimuovere lo sporco più ostinato).

Quando si avrà il preparato più confacente allo scopo si potrà procedere all’utilizzo. Basterà distribuire uniformemente il liquido ottenuto su tutto il pavimento e lasciare agire per pochi minuti.

Con l’aiuto di spugne o spazzole (possibilmente a setole dure) si dovrà sfregare con forza sulle parti maggiormente lerce (tale operazione può essere ripetuta quante volte si vuole fino alla totale pulizia dell’area).

Una volta terminata questa operazione sarà sufficiente risciacquare il pavimento con acqua e detergente.

Per utilizzare questo acido sui sanitari invece sono necessarie meno accortezze (tranne che per tubature e parti metalliche, specialmente in acciaio).

Acido tamponato: quali sono le avvertenze?

Il fatto che l’acido tamponato sia sicuramente meglio dell’acido muriatico (nel senso che ha effetti collaterali minori) non vuol dire che non sia pericoloso.

L’acido tamponato è corrosivo e irritante, ragion per cui è sempre indicato tenerlo lontano dalla portata dei bambini e usare protezioni, come dei guanti di gomma, quando lo si adopera.

Acido tamponato: Quali sono le varianti acquistabili? E, i Prezzi?

Un altro punto a favore di questa speciale soluzione è sicuramente il prezzo. Esso è infatti sicuramente molto conveniente nella sua versione pura.

5 litri di questo prodotto, tenendo presente che ovviamente il costo varia da marca a marca, hanno un prezzo di poco meno di 15 euro.

flacone di acido tamponato da 5 litri
flacone di acido tamponato da 5 litri

Spendendo leggermente di più, ma mantenendosi sempre su costi più convenienti (specialmente se paragonati con i prezzi dei prodotti in commercio finalizzati allo stesso obiettivo). E’ possibile reperire sul mercato dei prodotti già miscelati, con una diversa concentrazione dell’acido tamponato puro (per poter discernere il miglior prodotto per fini domestici o più professionali, o più semplicemente più idoneo al tipo di materiale su cui dover applicare la soluzione).

Esistono prodotti specifici per il “cotto” (con acido tamponato e altri principi attivi che rendono molto performante la miscela su questo tipo di materiale).

Com’è noto, in questo caso, l’acido muriatico è altamente dannoso per questo tipologia di materiale.

In questo caso, i prodotti a base di acido tamponato non solo consentono di pulire perfettamente senza fare danni, quanto contemporaneamente consentono di “aprire i pori” delle mattonelle in cotto.

Sono presenti anche varianti specifiche per i sanitari, o addirittura per gli elettrodomestici come lavastoviglie, lavatrici e bollitori (in questi casi i prezzi sono leggermente più esosi).

Per concludere, un effetto collaterale dell’acido tamponato è sicuramente l’odore molto forte. Per questo, può risultare piuttosto difficile iniziare a pulire pochi minuti dopo l’applicazione del prodotto, nonostante non siano presenti emissioni di vapori tossici.

Fortunatamente sono state introdotte recentemente sul mercato delle varianti di acidi tamponati profumati (a cui semplicemente si aggiungono essenze profumate nella soluzione).

E, allora, se si desidera tornare a far risplendere i pavimenti o i sanitari, basterà acquistare un flacone di acido tamponato, spendendo qualche decina di euro.