Canna fumaria

La canna fumaria se di piccole dimensioni non può essere abbatuta. Questa richiesta può essere avviata solo ed esclusivamente se a causa di questa chi vi abita o lavora vicino corre rischi per la salute. I rischi devono essere legati allo smaltimento dei fumi e anche in questo caso è necessario svolgere una serie di controlli e valutare. Questo è quanto è stato spiegato dal Tar Campania con la sentenza 592/2019.

Canna fumaria e permesso di costruire

Quando la canna fumaria necessita permesso di costruire? Sicuramente non quando questa è di piccole dimensioni. Se l’impianto per lo smaltimento viene classificato come volume tecnico e quindi risulta essere un’opera priva di autonoma rilevanza urbanistico-funzionale non si può richiedere la demolizione. Di conseguenza in questo caso non è necessario il permesso di costruire.

Un’altra motivazione a favore del proprietario della canna fumaria: un elemento piccolo,  non ha impatto sul paesaggio circostante quindi non modifica il prospetto condominiale. Di conseguenza il Comune non ha alcun motivo per vietare il rilascio dell’autorizzazione nè per accettarne la demolizione.

La demolizione può essere richiesta e quindi accettata solo se la canna fumaria modifica sagoma o volume dell’immobile. Qualunque richiesta di demolizione viene annullata soprattutto se dovesse avere un valore autonomo di mercato.

Emissione di fumi pericolosi

Qualora a seguito di controlli dovesse essere accertata l’emanazione di fumi pericolosi che partono dalla canna fumaria, il Comune in collaborazione con l’Asl è tenuto ad avviare la pratica di demolizione.

Se l’emissione denunciata dovesse essere assente, l’ordine verrebbe rigettato nell’immediato perchè giudicato inappropriato ed eccessivo. Questo è quanto è stato deciso dal Tar Campania.