Mutui bei

E’ arrivata l’autorizzazione per l’utilizzo dei mutui Bei che permetteranno di intervenire sulle strutture scolastiche. Sulla Gazzetta Ufficiale sono state pubblicate tutte le informazioni in merito ai fondi che raggiungeranno un totale di 1,55 miliardi di euro di mutui BEI.

I fondi basteranno per effettuare 900 interventi di messa in sicurezza, ristrutturazione e nuova costruzione di scuole di tutto il territorio italiano.

Gli interventi finanziati sono inclusi nei piani regionali triennali dell’edilizia scolastica la cui programmazione è stata stabilita a Gennaio dello scorso anno a seguito della selezione svolta dalle Regioni e approvata dal MIUR.

Mutui Bei, ecco quanti fondi saranno disponibili per le varie Regioni

Le Regioni da adesso in poi potranno quindi richiedere i fondi alla Banca Europea per gli Investimenti (BEI) oppure alla Banca di Sviluppo del Consiglio d’Europa, con la Cassa depositi ed i prestiti (CDP).

Secondo le prime stime ufficiali verranno attivati mutui per circa 248 milioni di euro soltanto durante il corso del 2019, circa 472 milioni di euro nel 2020, circa 398 milioni nel 2021, circa 280 milioni nel 2022 ed infine 152 milioni di euro nel 2023.

Ecco le Regioni con le cifre più elevate

Il decreto del Miur ha allegata anche una lista di interventi per ogni Regione, ogni Regione con 1,55 miliardi di euro. Ecco le prime tre Regioni in lista:

  1. Lombardia, che ha quasi 205 milioni di euro,
  2. Campania con 156,4 milioni di euro,
  3. Sicilia con 143 milioni di euro.

Gli interventi metteranno in sicurezza tutte le strutture italiane pericolanti che mettono a rischio la salute di migliaia di studenti di tutte le età ogni giorno.

Tutti gli interventi potrebbero avere inizio prima dell’estate.