Dissesto idrogeologico

Il dissesto idrogeologico che ha colpito le regioni della Sicilia e della Sardegna ha richiesto interventi straordinari.

Per questo motivo sono in arrivo ben 142 milioni di euro per quelli che saranno considerati interventi subito cantierabili e che andranno proprio a recuperare tale dissesto.

Per la Sicilia sono stati previsti 44 milioni di euro, mentre per la Sardegna 98 milioni.

Questo denaro verrà affidato sulla base degli atti integrativi agli accordi di programma che sono stati sottoscritti con il Ministero dell’Ambiente.

Dissesto idrogeologico, gli interventi previsti

Il dissesto idrogeologico sarà recuperato con interventi specifici, che verranno suddivisi a seconda delle regioni interessate.

Per la Sicilia, sono previsti ben 20 interventi, di cui 11 solo nella provincia di Messina, uno nella provincia di Catania, due nella provincia di Enna, due nella provincia di Palermo, due in quella di Agrigento e uno a Caltanissetta.

Per quanto riguarda la Sardegna, i 98 milioni di euro che sono stati stanziati per questo territorio saranno destinati soprattutto al completamento degli interventi di mitigazione dei rischi nelle città di Olbia.

Inoltre, si lavorerà per la realizzazione degli interventi per la salvaguardia dell’abitato nella zona di Cagliari-Pirri.

La distribuzione delle risorse, quindi, è già stata prevista e consentirà di intervenire su quelli che sono i punti nevralgici e più importanti delle regioni che sono state colpite dal dissesto idrogeologico, sia a scopo di ricostruzione, sia allo scopo di prevenire il verificarsi di altri eventi dello stesso calibro nelle zone già colpite.