Cultura futuro urbano

Riuscire a riportare le periferie ad un ottimo livello, attivando diversi progetti culturali. Questo è l’obiettivo del progetto Cultura Futuro Urbano, un piano che si allinea agli obiettivi dell’agenda Onu 2030 e anche all’agenda Urbana Europea.

In particolare, si tratterà di una serie di progetti che potranno usufruire dello stanziamento di 25 milioni di euro fino al 2021.

Le azioni del piano Cultura futuro urbano

Le azioni grazie alle quali si potranno utilizzare gli stanziamenti di 25 milioni di euro per Cultura futuro urbano saranno diversi.

Il piano, infatti, ha come obiettivo andare a migliorare i servizi e le diverse funzioni culturali presenti nelle scuole e all’interno delle biblioteche che si trovino nei quartieri periferici.

Esso si basa su tre azioni strategiche principali:

  • Scuola attiva la cultura;
  • Biblioteca come casa di quartiere
  • Completati per la cultura.

Sembra che i progetti che potranno essere finanziati saranno oltre un centinaio.

Il Piano dovrebbe iniziare con le prime partenze a marzo: proprio in primavera ci sarà la pubblicazione dei bandi che saranno rivolti agli enti pubblici, ai privati e al terzo settore.

Con questi bandi si avrà l’obiettivo di selezionare progetti che si potranno distinguere per la loro originalità e anche per la qualità delle proposte culturali che potranno comprendere.

Si potranno prendere in considerazione non solo nuovi tipi di progetti, ma si potranno migliorare e portare avanti anche progettazioni che fossero iniziate nel passato.

L’obiettivo, infatti, sarà sempre quello di rivalutare a livello culturale e partecipativo le periferie.