piano casa

Anche per le aree del Piemonte, del Friuli Venezia Giulia e della Valle d’Aosta sono state previste proroghe e modifiche rispetto al piano casa.

Vediamo in quale modo queste disposizioni si applicheranno in questi particolari territori.

Piano casa, le novità per il Piemonte

Per il territorio piemontese il piano casa era previsto con scadenza 31 dicembre 2018. Tuttavia, si stanno effettuando delle modifiche alla Legge Regionale sul Riuso, per la riqualificazione degli edifici e per la rigenerazione urbana.

L’obiettivo è quello di ridurre al massimo il consumo di nuovo suolo, arrivando ad incentivare il recupero di quello che sia già stato usato, soprattutto con forme di efficientamento energetico.

Ad esempio, si mira alla possibilità di ristrutturare gli immobili che siano in stato di abbandono, che siano privi di misure di sostenibilità ambientale, oppure che non siano sicuri da un punto di vista sismico.

Inoltre, si vuole incentivare il recupero dei rustici e dei sottotetti.

Piano Casa, le novità per Friuli Venezia Giulia e Valle d’Aosta

Per quanto riguarda i territori del Friuli e della Valle d’Aosta, si prevedono alcune novità.

In particolare, per il Friuli Venezia Giulia, il piano Casa non vede più scadenze. Si prevedono concessioni per ampliamenti fino al 35% , e per le demolizioni e ricostruzioni fino al 50%, sia per gli edifici residenziali, sia per quelli di tipo produttivo.

In Valle d’Aosta è stata fatta la stessa scelta, ma questo fin dalla nascita del suo piano casa, quindi dal 2009.