Antincendio per gli alberghi

Le normative antincendio per gli alberghi dovrebbero già essere state assimilate da chi si occupi di gestirli, ma sembra che sia arrivata una proroga.

Questa, inserita nella legge di Bilancio 2019, consente di portare in avanti il termine dal 30 giugno del 2019 al 31 dicembre del 2019.

La normativa fa riferimento agli alberghi che abbiano più di 25 posti letto e che si trovano nei territori colpiti da eventi eccezionali, come, ad esempio, quelli sismici.

Antincendio per gli alberghi, a chi si applica la proroga

La proroga riguardante l’antincendio per gli alberghi non riguarda tutte le strutture, ma solo quelle che si trovano nei territori che siano stati colpiti da eventi metereologici eccezionali, come quelli che si sono succeduti a partire dal 2 ottobre 2018.

Sono, perciò ricomprese nella proroga le strutture che si trovano nei territori di Calabria, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Toscana, Sardegna, Sicilia, Veneto e delle Province autonome di Trento e Bolzano.

Per poter ottenere la proroga le strutture interessate dovranno presentare la SCIA parziale al proprio comando dei Vigili del Fuoco entro il 30 giugno del 2019.

Antincendio per gli alberghi, le altre strutture

Nel caso in cui un albergo che abbia almeno 25 posti letto non rientri nelle Regioni indicate dovrà adeguare le proprie strutture alle disposizioni entro il 30 giugno del 2019.

Anche in questo caso si prevedeva già l’obbligo di presentare la SCIA parziale al comando del Vigili del Fuoco competente a livello provinciale, entro lo scorso 1° dicembre del 2018.