edilizia sanitaria

Edilizia sanitaria, il Governo ha stanziato due miliardi in più oltre i primi due già previsti nel bilancio di approvazione arrivando quindi da 24 a 28 miliardi di euro. L’annuncio è stato fatto dal Governatore Attilio Fontana dopo l’incontro tra il sottosegretario alla Presidenza de Consiglio dei Ministri Giancarlo Giorgetti, il ministro della Salute, Giulia Grillo e la Conferenza delle Regioni.

Secondo quanto detto dal governatore, per quanto riguarda la Lombardia la somma si aggirerà intorno ai 700 milioni di euro e questo permetterà di migliorare di molto l’offerta sanitaria per evitare eventi tragici già vissuti in passato.

Il primo pensiero non può che andare al terzo lotto dell’ospedale Del Ponte per in quale il consiglieri Astuti aveva chiesto aiuti economici e adesso il presidente della commissione sanitò Emanuele Monti non può fare a meno di dichiarare «È chiaro che ora bisogna completare l’opera, proseguire nel potenziamento di questo quinto polo lombardo pediatrico altrimenti sarebbe uno sperpero di soldi pubblici».

Edilizia sanitaria: nuove aperture ospedaliere e tanto altro entro il 2019

Edilizia sanitaria, adesso vi è una grande certezza, si è in possesso di risorse nazionali tramite le quali sarà possibile iniziare i lavori di costruzione di molti ospedali e di ristrutturazione di tanti altri con l’acquisto di nuovi macchinari tecnologici che permetteranno di rendere il sistema sociosanitario sempre più attrattivo e di ottima qualità.

Tra le misure che sono state approvate si ha anche un aumento delle risorse da 150 a 350 milioni di euro valide per il prossimo triennio ed utili per tagliare le liste d’attesa. Insomma ci sono in programma vari cambiamenti che potranno portare il sistema ad essere il migliore in assoluto.