Edilizia scolastica

Edilizia scolastica in Sicilia, boom di richieste per la ristrutturazione di parecchi edifici. Al momento sono circa quattrocento gli interventi finanziabili e i lavori che inizieranno a breve e che dovrebbero essere conclusi entro i prossimi tre anni.

Le richieste avanzate dai Comuni siciliani sono state 356, mentre quelle delle ex Province 91. Ma a quanto ammonta la cifra destinata a queste opere edili? Si parla di circa 272 milioni di euro disponibili già da quest’anno; la somma sarà rilasciata seguendo l’ordine di graduatoria degli interventi che è stata elaborata dal Miur e sarà resa pubblica solamente ad ottobre.

Il finanziamento a disposizione dell’edilizia scolastica è momentaneamente limitato ma è destinato ad aumentare poichè le richieste sono state parecchie.

Edilizia scolastica, opere finanziate

Edilizia scolastica, un argomento trattato da Enti Locali, presidente della Regione siciliana e molti altri che grazie al supporto dei Comuni, dell’Agenzia nazionale della coesione territoriale e dall’Associazione dei costruttori edili sono riusciti a raggiungere ottimi risultati.

Ad oggi circa il 60% delle strutture scolastiche non sono in regola per quanto riguarda i certificati antisismici, mentre ben il 70% non gode di agibilità. Per questo motivo gli interventi finanziati sono fondamentali, con l’obiettivo di garantire la sicurezza nelle strutture e ridurre le percentuali eccessivamente alte.

Le opere per le quali partiranno i finanziamenti sono finalizzate a: ristrutturazione, adeguamento antisismico e antincendio, ampliamenti o realizzazioni di nuove costruzioni come palestre, mense, aree ricreative e rimozione di barriere architettoniche.

Stiamo parlando di ben 161 progetti ai quali è stata attribuita grande priorità anche per quanto riguarda la costruzione di spazi ricreativi e palestre.