Tende e pergolati

Tende e pergolati possono sembrare simili, ma sotto determinati punti di vista dovranno essere sottoposti a procedure differenti. Ad esempio, per ciò che concerne il titolo edilizio necessario per la loro apposizione.

Soprattutto nella stagione estiva sono in molti ad effettuare questi tipi di interventi e sarebbe sempre necessario sapere quali siano i titoli realmente richiesti per la loro realizzazione.

Tende e pergolati, per quali è necessaria l’autorizzazione

Secondo una giurisprudenza ormai consolidata, sicuramente per alcune tipologie di pergolati potrebbe essere necessaria un’autorizzazione, ma solo nel caso in cui questi non si possano effettivamente identificare come veri e propri pergolati.

Infatti, il pergolato classico, che viene realizzato con materiali leggeri, che non ha fondamenta stabili, e che è anche di dimensioni modeste, non richiederebbe l’autorizzazione dal punto di vista edilizio.

Viceversa, invece, un  pergolato che sia più grande, e che non si possa rimuovere con facilità, richiederebbe certamente la richiesta, e il previo ottenimento, di un permesso di costruire.

Tende e pergolati, qual è la differenza

Una differenza fondamentale, inoltre, si ritrova tra tende e pergolati. Anche se potrebbe sembrare banale, in alcuni casi i giudici si sono ritrovati proprio a dover identificare che cosa sia una tenda, e per quale motivo essa possa differenziarsi rispetto al pergolato.

Il Tar Toscana, con la sentenza 486 del 2018, ha indicato come la tenda si possa riconoscere non tanto dalle dimensioni, quanto da quelli che sono gli elementi che la compongono.

La tenda è sicuramente più leggera di un pergolato, e anche la sua installazione è molto più semplice ed immediata rispetto a quella dell’altro elemento d’arredo esterno.