Uno dei documenti che più sono oggetto di discussione in questo periodo è sicuramente la carta dei servizi per l’edilizia. Infatti, in molti non ne conoscono ancora le caratteristiche né le funzioni, oltre a non averne compreso lo scopo.

Che cos’è la carta dei servizi per l’edilizia

La carta dei servizi per l’edilizia è un documento che si occupa di disciplinare quelli che sono i rapporti intercorrenti tra le aziende che offrono i propri servizi al pubblico e coloro che usufruiscono di tali servizi.

Tra le aziende che devono occuparsi di realizzare la carta dei servizi per l’edilizia ci sono anche i Comuni, i quali, ovviamente, hanno lo scopo di gestire la cosa pubblica, ma anche di erogare i servizi al cittadino.

Grazie a questo documento i cittadini possono avere una panoramica dei servizi offerti e possono anche andare a valutare l’operato del Comune.

L’obiettivo della carta dei servizi

Uno degli obiettivi primari della carta dei servizi per l’edilizia è sicuramente quello di consentire a chi la realizzi di arrivare a migliorare il livello dei servizi offerti.

Quindi, un Comune dovrà sempre vigilare in merito al rispetto del contenuto della Carta e dovrà avere sempre ben in mente quanto sarà stato scritto in essa.

Sarò lo Sportello Unico per l’Edilizia ad occuparsi dell’attuazione del piano regolatore e avrà anche il compito di eseguire e di monitorare l’attuazione di quanto sia stato precedentemente inserito all’interno della carta dei servizi per l’edilizia.

Esso, quindi, sarà sicuramente il punto di riferimento per i cittadini

Condividi
Articolo precedenteDemolizione edifici abusivi che cosa sta succedendo
Articolo successivoRischio idrogeologico, nuovi finanziamenti alle Regioni
Sicula doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari. Gli vengono riconosciute capacità intuitive