Sedersi correttamente, e in modo comodo, nel momento in cui si svolga un’attività lavorativa è davvero importante, in quanto le posture errate possono comportare numerosi problemi, soprattutto alla schiena e alle braccia.

Vediamo, quindi, come scegliere correttamente una poltrona girevole per ufficio senza mettere a rischio il proprio benessere.

Poltrone girevoli a confronto

Poltrona girevole per ufficio, quale scegliere

Innanzitutto, non esiste un solo tipo di Poltrona girevole per ufficio, se ne possono, invece, elencare differenti tipologie tra le quali sarà possibile scegliere quella più adatta al proprio tipo di lavoro e anche al tavolo per il quale sarà fondamentale usarla.

Si inizia con le poltrone girevoli standard: queste sono adatte a chi utilizzi poco la posizione seduta durante il proprio lavoro d’ufficio, ad esempio alzandosi di frequente oppure non avendo la necessità di usare tutto il giorno il computer.

Queste poltrone hanno lo schienale con l’inclinazione regolabile e anche la loro altezza potrà essere variata. Inoltre, i modelli già più “evoluti” consentiranno anche di avere un discreto sostegno dedicato alle vertebre lombari.

Questo sarà, quindi, il modello di Poltrona girevole per ufficio più conveniente e meno costoso.

Esistono, poi, le poltrone con sostegno alle vertebre. Queste sono adatte a chi abbia la necessità di avere a disposizione una sedia speciale. Hanno, infatti, una forma in grado di sostenere e avvolgere la schiena e il bacino limitandone la rotazione.

Inoltre, la forma specifica di questa poltrona consentirà anche di mantenere nella giusta posizione la parte lombare, che rimarrà nella sua tradizionale forma ad S. Questo tipo di poltrona ha un’altezza regolabile a livello dello schienale e consente anche di regolare la controspinta, in modo da non far “insaccare” la persona che vi sia seduta.

Poltrona girevole per ufficio particolari

Oltre alle classiche poltrone da ufficio esistono quelle particolari e dedicate a soggetti specifici, come accade per le poltrone per gli operatori. Queste si riferiscono a chi passi tutto il giorno in posizione seduta, come chi utilizzi il computer per il proprio lavoro e abbia poche pause.

Questo tipo di Poltrona girevole per ufficio sostiene perfettamente la colonna vertebrale e la mantiene certamente nella giusta posizione. Inoltre, spesso in questi tipi di poltrone sono anche presenti i braccioli che danno la possibilità anche di avere a disposizione un appoggio ulteriore per le braccia.

Il sostegno alle vertebre lombari, infine, darà la possibilità di evitare il mal di schiena e anche di mantenere sempre i dischi nella loro posizione naturale.

Infine, abbiamo la così detta poltroncina dirigenziale, che con il suo schienale alto ed ergonomico consente di sostenere al meglio la schiena, soprattutto a livello delle vertebre lombari. Sono presenti i braccioli, in modo che anche le braccia abbiano un ulteriore punto di appoggio.

Inoltre, questi tipi di Poltrona girevole per ufficio consentono di avere a disposizione un sistema di oscillazione centrale, che dà la possibilità di spostare in modo agevole ed adeguato il baricentro.

Per questo motivo, questo tipo di poltrona è certamente comoda e capace di alleviare i disturbi presenti a livello della schiena.

 

 

Condividi
Articolo precedenteAmazon: classificatori per archiviare i documenti
Articolo successivoEdilizia in Italia, continua il trend negativo

Sicula doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari. Gli vengono riconosciute capacità intuitive

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome