MDF

I nuovi prodotti per l’edilizia sono sempre più utilizzati, in sostituzione soprattutto delle vecchie tecnologie. Questo avviene anche per gli MDF, una sigla che fa riferimento ad un tipo di materiale per la costruzione.

Che cosa sono gli MDF?

MDF è un acronimo che significa Medium Density Fiberboard, letteralmente pannelli di fibre a media densità.

Tali tipo di pannelli sono realizzati mediante l’utilizzo di un processo a secco che parte dalle fibre di legno, che sono molto fini, le quali vengono unite tra loro impiegando resine particolari, il calore e anche la pressione, che aiuta ulteriormente a sigillare le diverse componenti.

Quali tipi di legno vengono utilizzati per realizzare i pannelli MDF?

Il legno maggiormente usato per la produzione del pannelli MDF è sicuramente quello che proviene dalle conifere, anche se si possono vedere pannelli anche composti da altri tipi di legname.

Non vengono abbattuti direttamente gli alberi per realizzare tali pannelli, i quali vedono soprattutto l’impiego di scarti provenienti da altri tipi di lavorazione. Il legno utilizzato viene trattato anche allo scopo di eliminare la corteccia che creerebbe troppe irregolarità nella produzione dei pannelli.

Si creerà una pasta a base di fibre di legno, che verrà immersa in acqua e verrà successivamente sfibrata utilizzando il vapore, o anche con l’uso di sostanze chimiche. Oggi vengono anche realizzate delle tavole in MDF che consentono proprio di sostituire il legno più pregiato, soprattutto per limitare la deforestazione.

I diversi tipi di pannelli

Gli MDF sono i pannelli a media densità, quindi contengono le fibre di legno per circa l’80%. Tuttavia, esistono anche produzioni a bassa densità, i così detti LDF, e le produzioni che hanno un’alta densità di legno, che vengono chiamate HDF.

La densità media, che caratterizza gli MDF, vede un valore che si assesta tra i 500 e gli 800 Kg/mc.

L’aspetto dei pannelli MDF

I pannelli MDF sono particolarmente lisci e non vedono la presenza di venature, come accade per il legno massiccio vero e proprio. Il fatto di avere entrambe le facce lisce consente di utilizzare i pannelli MDF anche per l’applicazione di decorazioni, e spesso tali pannelli vengono dipinti.

Inoltre, in tanti casi i pannelli possono essere ricoperti con melamina, una sostanza che rende più belli i prodotti finiti.

Quando e dove viene utilizzato l’MDF?

I pannelli in MDF vengono utilizzati per la produzione di differenti elementi d’arredo e anche con altri tipi di impiego.

Innanzitutto, sarà comune trovare armadi e altri mobili realizzati in MDF, un materiale leggero, facile da lavorare e anche particolarmente resistente. Inoltre, grazie ai trattamenti che spesso vi vengono applicati sarà possibile renderlo ignifugo e quindi anche molto sicuro dal punto di vista della protezione domestica.

I pannelli in MDF sono spesso utilizzati anche per la realizzazione di coperture per le pareti, ad esempio per rendere molto più rustico un determinato ambiente all’interno della propria casa.

Un altro utilizzo diffuso dei pannelli in MDF è quello che garantisce una particolare forma di isolamento della propria casa, o di una stanza particolare, rispetto all’esterno, in modo da mantenere costanti le temperature.