Smalto epossidico

I pavimenti industriali sono spesso costituiti da materiali particolari, come il cemento. Una delle soluzioni che più di frequente vengono utilizzate per tali tipi di pavimenti industriali è sicuramente costituita dallo smalto epossidico.

Questo tipo di rivestimento è sicuramente adatto a tale tipo di pavimentazione per le sue caratteristiche e per la sua coprenza.

Che cos’è lo smalto epossidico?

Lo smalto epossidico è un tipo di pittura a base di resina che consente un’ottima copertura grazie alle sue caratteristiche di impermeabilità e anche alta resistenza a tutti quelli che possono essere agenti chimici e meccanici.

Inoltre, consente di dare un vero e proprio tocco in più al pavimento in quanto rende la superficie verniciata certamente più lucida e colorata, con una particolare uniformità, ottima per tutte le superfici industriali.

Dove si può utilizzare lo smalto epossidico?

Lo smalto epossidico si può utilizzare su differenti superfici: dal cemento, al gres, al legno sino alla ceramica. In ogni situazione sarà sempre capace di dare un ottimo risultato dal punto di vista sia tecnico sia estetico.

Come verniciare un pavimento industriale con lo smalto epossidico

Per verniciare un pavimento industriale con lo smalto epossidico saranno necessari alcuni passaggi, che dovranno essere seguiti in modo da non incorrere in errori.

Dovrete avere a disposizione sicuramente la vostra vernice, che sarà già pronta all’uso, inoltre potrete scegliere se utilizzare un rullo oppure un pennello per la verniciatura, come accade per altri tipi di materiali simili.

Per iniziare a verniciare con lo smalto epossidico dovrete seguire alcuni accorgimenti:

  • Iniziate a pulire il pavimento spazzando via la polvere presente;
  • Eliminate in modo specifico le macchie maggiormente resistenti, che spesso si possono trovare nei contesti industriali;
  • Riducete le irregolarità andando a coprire le crepe o le eventuali fessure con dello stucco apposito, e cercando di livellare quelle che possono essere depressioni più grandi;
  • Applicate sul pavimento un prodotto antiumido che vi potrà aiutare a ridurre la porosità della superficie;

A questo punto potrete passare alla vera e propria verniciatura del pavimento con lo smalto epossidico. Dovrete cominciare a passare come prima mano il primer, un prodotto che vi verrà dato nel momento in cui comprerete lo smalto o che potrete richiedere a parte. Questo consentirà alla vostra vernice di aderire al meglio al pavimento.

Poi, preparate il vostro rullo, meglio se a peli corti, potendo anche agganciarlo ad un bastone più lungo rispetto al manico classico di questo attrezzo, così da poterlo utilizzare anche in piedi.

Partite da un angolo e proseguite sino ad arrivare alla porta, così da avere un certo “spazio di manovra”. Nel caso in cui la verniciatura vi serva per un pavimento in cemento, il consiglio è certamente quello di passare due mani di vernice.

La vostra prima passata sarà il fissante, mentre la seconda consentirà di aggiungere un certo spessore e di poter formare uno strato per contrastare l’usura data dal passaggio e anche dall’utilizzo di altre sostanze. Tra una mano e l’altra fate sempre asciugare la vernice, in modo da ottenere un risultato uniforme.

 

 

Condividi
Articolo precedenteStosa Cucine: catalogo modelli 2017
Articolo successivoCorte di Giustizia UE: Legittime le tariffe professionali fissate per legge
Sicula doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari. Gli vengono riconosciute capacità intuitive