Sismabonus ed ecobonus

Per chi voglia usufruire di Sismabonus ed ecobonus è arrivato il momento di avere ben sotto gli occhi tutte le indicazioni necessarie per poter fare richiesta e per rimanere in regola.

Infatti, le richieste devono essere presentate solamente in alcune situazioni e potranno consentire l’ottenimento dei bonus con percentuali differenti.

 Sismabonus ed ecobonus, le proroghe

Per sismabonus ed ecobonus sono già state previste ed inserite alcune proroghe che consentiranno a molte famiglie di ottenere le detrazioni e i rimborsi.

Le proroghe sono le seguenti:

  • Una proroga di un anno del potenziamento che arriva al 50% per la detrazione Irpef relativa alle spese di recupero edilizio per le abitazioni;
  • Una proroga fino a 5 anni per l’ecobonus per tutti i casi interventi effettuati su condomini;
  • Una proroga di cinque anni per il sismabonus con la previsione anche di una maggiore premialità per tutti i casi di riduzione della classificazione del rischio sismico per l’edificio e per gli interventi che siano stati effettuati su edifici condominiali;

Sismabonus ed ecobonus, la previsione della cessione del credito

Oltre alla previsione della concessione di sismabonus ed ecobonus sono state previste anche le casistiche per la cessione del credito per chi possa aver il diritto ad usufruire dei bonus e lo voglia cedere, come incapiente, a costruttori, ditte e addirittura agli istituti di credito.

Potranno usufruire di questa cessione dei credito le persone che abbiano un reddito, da pensionati, fino a 7.500 euro e i lavoratori dipendenti con un reddito fino a 8 mila euro.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome