stucco in pasta

Stucco in pasta: cos’è

Lo stucco in pasta è uno stucco pronto all’uso formulato con resine speciali e pigmenti inorganici, che rendono il prodotto di facile applicazione, perfetta adesione e buona elasticità. Lo si trova in commercio sotto forma di pasta densa e modellabile, inodore o profumata, venduta in secchi dal peso variabile: dai 500 gr. per i lavori casalinghi ai 25 kg per i lavori più importanti. E’ anche venduto in tubetti di circa 300 gr. per i lavori di restauro e di riparazione, ed in questo caso è disponibile in diverse colorazioni come bianco, noce, rovere, ciliegio.

 

A cosa serve

Questo prodotto viene utilizzato per rasature e stuccature su muri interni, su supporti minerali quali intonaci civili, rustici, e pannelli prefabbricati, inoltre è particolarmente indicato per muri screpolati. E’ ottimo per gesso, intonaco e mattoni e si può utilizzare anche per cartongesso e calciosilicato. Inoltre è ideale per la lavorazione su legno, ceramica e porcellana. Lo stucco in pasta è un prodotto molto versatile e ciò lo si evince dai diversi usi che si possono fare con questo materiale quali:

  • rasatura e livellamento di superfici murarie;
  • riempimento di buchi o crepe;
  • riparazione di oggetti;
  • lavori di restauro e di rifinitura sui mobili;
  • ricostruzione di parti mancanti di oggetti (come ad esempio cornici, lavori in legno, sculture ed infissi).

 

Come si utilizza

Prima di applicare lo stucco in pasta, è necessario livellare con carta abrasiva la superficie sulla quale vogliamo intervenire, facendo attenzione a ripulirla bene, altrimenti il materiale non sarà in grado di aderire con facilità. Prima di utilizzarlo, bisogna mescolare lo stucco per circa 2 minuti. Per fare ciò, si utilizza la spatola, che è un attrezzo in metallo con manico in legno: la punta serve per raccogliere il materiale, il dorso per livellarlo. Dopo aver ultimato il lavoro, è necessario attendere che lo stucco si sia asciugato; solitamente bisogna attendere dalle 24 alle 48 ore.

 

Vantaggi

  • Facile applicazione e lavorazione.
  • Si conserva facilmente.
  • Il periodo di essiccazione è abbastanza breve.
  • Può essere sovraverniciato dopo 24 ore dall’essiccazione.

 

Svantaggi

  • La temperatura dell’ambiente, per lavorare bene lo stucco, deve essere tra i 6 e 34 gradi con un’umidità non superiore all’80%.
  • Per applicare strati di stucco più spessi, è necessario ripetere le operazioni di applicazione del materiale uno strato per volta, aspettando che si asciughino dopo ogni operazione.

 

Costi

Il prezzo dei secchi di stucco in pasta varia ovviamente in base alla marca ed alla qualità del materiale: in media il suo costo si aggira intorno ai 2,50 euro al kg. Lo si trova facilmente in qualsiasi ferramenta, colorificio, negozi di fai da te o direttamente su internet. E’ consigliabile prima dell’acquisto di chiedere al negoziante lo stucco più adatto ai lavori che vogliamo realizzare.

 

Come si conserva

Dopo averlo utilizzato, bisogna controllare che non siano rimasti al suo interno corpi estranei a seguito della lavorazione dello stucco in pasta.  Si deve chiudere perfettamente il secchio con il tappo e dunque riporlo in un luogo fresco e asciutto con una temperatura tra i 6 e 34 gradi. In questo modo il prodotto  si conserva anche 12 mesi.