idropittura elastomerica

Idropittura elastomerica: cos’è

Per idropittura elastomerica si intende una pittura applicata in spessore consistente, avente un’elevata elasticità e quindi grande resistenza.  E’ una finitura a base di speciali polimeri elastomerici in dispersione acquosa che mantiene una grande elasticità anche a basse temperature; è idonea per regolarizzare e rifinire superfici murali esterne ed interne.

Ha un ottimo potere riempitivo, una grande resistenza alle microscrepolature, agli agenti atmosferici e agli alcali. Poiché si tratta di un rivestimento molto coprente, questo tipo di pittura è in grado di mascherare completamente il supporto su cui viene applicata.

Gli elastomeri

Gli elastomeri sono prodotti che creano una sorta di pellicola protettiva di rivestimento elastico sulle superfici, in modo da proteggere il supporto da deformazioni e urti. Questa eccezionale elasticità è dovuta alla speciale struttura chimico-fisica di cui sono dotati i polimeri elastomerici: questi, una volta disciolti in acqua in dispersione acquosa, sono in grado di preservare inalterata la propria elasticità, anche a basse temperature. Gli elastomerici contengono bianchi di titanio ad elevato indice di rifrazione, che li rende molto coprenti e uniformi. I pigmenti sono prodotti chimicamente, sono insolubili alle resine, stabili ai raggi ultravioletti e all’aggressione degli agenti inquinanti e atmosferici.

Vengono uniti alla composizione anche cariche silicee di idonea granulometria che rendono il prodotto appropriato al trattamento di superfici con cavillature e una sostanza autoreticolante, che, sotto l’azione dei raggi UV, reagisce aumentando la durezza superficiale, senza diminuire l’elasticità del film pittorico.  La struttura elastomerica delle pitture consente al film formatosi sulla superficie da trattare, di sopportare i movimenti e le alterazioni dell’intonaco, causati a variazioni anche brusche della temperatura. Inoltre gli elastomeri sono in grado di mascherare, efficacemente, le fenditure che si formano sulle superfici per fenomeni statici.

 

Caratteristiche

Le pitture elastomeriche offrono, al loro impiego, numerose virtù. Vediamo quali:

  • ottima capacità riempitiva;
  • eccellente resistenza alle microscrepolature e all’azione corrosiva degli agenti atmosferici;
  • notevole aderenza al supporto;
  • elevata elasticità;
  • idrorepellenza;
  • inalterabilità nel tempo (le pitture elastomeriche offrono un’ottima resistenza alle sollecitazioni termiche e statiche del supporto garantiscono in questi casi una protezione ottimale e ed una duratura conservazione delle superfici nel tempo).

 

Principali usi

Le idropitture elastomeriche possono essere impiegate sia per interni che per esterni come ad esempio per:

  • il recupero e il ripristino di intonaci danneggiati e che presentano cavillature e fenditure. Queste tendono a favorire l’infiltrazione di acqua e di smog nel supporto, determinando il conseguente deterioramento della superficie e, dunque, un possibile danno alla struttura;
  • la protezione delle superfici. Le pitture e le vernici elastomeriche, essendo altamente idrorepellenti, sono in grado di assicurare la massima protezione del manufatto dagli agenti atmosferici;
  • la risoluzione di problematiche della facciata quali fessurazioni, crepe nel muro del supporto murario originate da diverse cause.

 

Applicazioni

Prima dell’applicazione dell’idropittura elastomerica è necessario rimuovere le eventuali efflorescenze, depositi di polvere, smog o parti sfoglianti di vecchie pitturazioni presenti sulla superficie. Per un risultato efficace è consigliabile passare almeno 2 strati. Il film che viene a crearsi oltre ad essere estremamente elastico e duraturo, garantisce anche un’ottima resistenza al proliferare di muffe ed alghe.