graffiti

I graffiti sulle pareti di casa è diventato un fenomeno allarmante negli ultimi anni. Questo problema non interessa solo le grandi metropoli , da sempre teatro prediletto dai writers, ma anche molti medi centri urbani di periferia dove squadre di volontari e comitati di quartiere si adoperano per eliminare graffiti e scritte dai muri. Inoltre, l’età dei “graffittari” tende ad abbassarsi sempre di più e al contempo si fanno più invasive le tecniche di imbrattamento.

Sebbene i graffiti nascano come forma di arte urbana, purtroppo, spesso si tramutano in fenomeni di vandalismo; sono un classico esempio le scritte sui muri di casa. Queste rappresentano uno dei passatempi preferiti dei ragazzi di oggi ma uscire dalla propria abitazione e trovare un graffito in facciata, rappresenta dunque un episodio decisamente poco gradevole alla vista. Eppure, nonostante le campagne di sensibilizzazione, gli spazi dedicati alla street art e una maggiore sorveglianza, il fenomeno dei graffiti non sembra ancora scemare. Ma come facciamo dunque ad eliminare i graffiti dalla facciata di casa?

 

Come eliminare graffiti dalla facciata

Se sui muri di casa sono presenti dei graffiti che intendete eliminare, è importante utilizzare i prodotti più idonei ed efficaci per svolgere il lavoro al meglio. Si tratta di solventi disponibili presso i principali negozi di ferramenta, colorifici e fai da te. Tuttavia, bisogna prestare attenzione poiché si tratta di prodotti chimici molto forti che potrebbero essere pericolosi per la salute se vengono utilizzati in maniera non sicura.

 

Di cosa abbiamo bisogno

  • Solvente.
  • Mascherina.
  • Occhiali di protezione.
  • Stracci.
  • Compressore.
  • Spazzola metallica.
  • Pennelli.

Procedura per rimuovere i graffiti

Come prima cosa è importante adottare una mascherina anti-polvere, degli occhiali di protezione e dei guanti prima di iniziare il lavoro di rimozione graffiti. Inoltre conviene munirsi di numerosi stracci usati, che vi serviranno per cospargere il solvente sul muro. Se i muri da ripulire dai graffiti sono lisci, è opportuno eseguire sulla superficie interessata un lavaggio preliminare utilizzando acqua e semplice sapone, per poi procedere con i normali solventi.

Nel caso in cui qualche residuo di colore sia particolarmente restio ad essere eliminato, potrete utilizzare della carta vetrata a grana sottile, che completerà l’opera evitando di assottigliare e graffiare la superficie del muro. Se invece la superficie del muro è ruvida (ad esempio muri di calcestruzzo e granito), in questo caso la vernice rischia di provocare su di essa danni permanenti in quanto è praticamente impossibile rimuoverla tutta, quando la parete è particolarmente porosa. Questo problema potrebbe obbligarvi quindi a ridipingere tutta la parete.

Però, prima di arrivare a ciò, potrete però fare qualche altro tentativo: un pennello con solvente non è in grado di penetrare all’interno delle porosità, quindi il miglior rimedio è quello di adoperare un compressore portatile, come quello per dipingere. Iniziate dunque a spruzzare il solvente sulla superficie da pulire. In questo modo, sarete in grado di penetrare anche nelle porosità e a rimuovere la parte più resistente del colore dei graffiti. Dopo aver completato con il compressore, potrete adoperare una spazzola metallica che ultimerà il lavoro di rimozione dei graffiti, eliminando le macchie per sfregamento meccanico.