pareti

Chi ha ristrutturato casa da poco sa bene quanto possa essere difficile scegliere le tonalità migliori con cui dipingere le pareti della nostra abitazione. In particolar modo, se si tratta di dipingere le pareti della camera matrimoniale, dobbiamo tenere presente che il colore che utilizzeremo sarà fondamentale poiché dovrà assicurarci sonni tranquilli. Forse non tutti sono a conoscenza che esiste una disciplina chiamata cromoterapia che studia le reazioni dei colori sul nostro organismo. Il colore infatti, non solo possiede un potere formidabile nel trasformare un ambiente, ma allo stesso tempo, influenza il nostro umore. Per questo motivo è estremamente importante scegliere le giuste tonalità.

Colore delle pareti della camera matrimoniale

Per la zona notte, è preferibile scegliere tonalità fredde e rilassanti come l’azzurro e il verde.

Azzurro

L’azzurro è il colore del cielo, del mare, della quiete, dell’armonia, della profondità e del silenzio. Rappresenta per eccellenza la nuance della calma: rassicura, tranquillizza ed ha un’azione benefica sul nostro inconscio. E’ un colore vivamente consigliato per la camera da letto e nelle gradazioni dell’azzurro cielo concilia sonni ristoratori. L’azzurro nelle sue diverse tonalità, ci offre la massima libertà d’arredo, consentendoci di realizzare atmosfere fresche, rilassanti ed equilibrate.

Nelle camere adibite al riposo, l’azzurro è in grado di soddisfare ogni aspettativa; per questo motivo la camera da letto si configura come uno dei migliori ambienti per utilizzare le tonalità azzurre. Possiamo pensare di pitturare una parete, introducendo elementi d’arredo con tonalità chiare in contrasto; tuttavia se disponiamo di una camera piccola è consigliabile optare per il celeste, un colore in grado di conferire un senso di maggiore ampiezza e luminosità.

pareti

 

Verde

Il verde rappresenta il colore della natura per antonomasia. E’ il simbolo della freschezza, della primavera, della rinascita, della stabilità e dell’equilibrio. E’ un colore fresco e rilassante adatto al momento che precede il sonno e che vede i sensi riposarsi gradualmente, motivo per cui è ideale adottarlo nella camera da letto. Il verde acqua ad esempio, è ideale per questo scopo, si adatta perfettamente ai momenti di pausa e di ristoro e ricorda appunto le sfumature del mare dai fondali bassi dove abbandonarsi completamente alla calma.

Il verde mela rispecchia un animo ordinato e si presta molto bene in una camera da letto in cui riposare per ritrovare le energie necessarie per affrontare le giornate. Un’altra tonalità azzeccata per la zona notte è il verde salvia, possibilmente abbinato ad elementi floreali che ricordino la dolcezza della natura, così come il legno e il vimini. Essendo un luogo destinato al riposo e al relax, la camera da letto non ha bisogno di colori troppo scuri o intensi alle pareti.

Per questo motivo sono da evitare le tonalità di verde come il sottobosco, a meno di non limitarli solo ad una piccola parte o ad un angolo, sempre in accostamento con del mobilio chiaro. Il verde petrolio è adatto a personalità forti e ambienti maschili, meglio se confinato ad una nicchia o una parete e alternato a molto bianco o grigio chiaro; allo stesso modo anche il verde smeraldo, che ricorda la misteriosità della giungla e dell’esotico, va utilizzato in camere molto luminose e dal mobilio chiaro.