Oikos Corten
Oikos Corten

Se siete alla ricerca di una soluzione decorativa, in cui la creatività del decoratore dona un’originalità unica alla superficie di interesse, vi consigliamo il decorativo corten Oikos effetto ruggine. Il risultato finale di questa decorazione è ideale per chi voglia dar vita a creazioni, in cui vigono contrasti tra materiali e toni o semplicemente effetti unici e personali.

Cos’è l’effetto Antico Ferro?

L’Antico Ferro della OIKOS è un prodotto a basso impatto ambientale; Esso nasce dal recupero degli scarti di lavorazione ed inaugura un nuovo ciclo decorativo. Il prodotto basa la sua forza sul binomio estetica-prestazioni, infatti il suo ottimo impatto estetico è associato alle sue performance tecniche, tra cui citiamo lavabilità, traspirazione, non infiammabilità e resistenza all’abrasione.

Il prodotto, pensato esclusivamente per la decorazione di pareti interne, è disponibile in quattro lavorazioni diverse: Antico Ferro Corten, Antico Ferro Battuto, Antico Ferro Ruggine ed Antico Ferro Ossidato. Noi ci soffermeremo sull’effetto antico ferro corten, esplicandone la preparazione delle superfici e le modalità di impiego.

Preparazione delle superfici di interesse

Il primo passo, essenziale per ottenere gli effetti desiderati, è quello di effettuare un’accurata pulizia della superficie di interesse. La pulizia consiste nell’asportazione di tutte le parti della superficie, che mostrano un forte distacco decorativo o di composto.

I nostri consigli:

  • Supporti vecchi o sfarinanti

In caso di superfici vecchie o sfarinanti è vivamente consigliato applicare una mano di Neofix o Crilux by OIKOS. La loro applicazione donerà alla superficie una nuova veste solida e durevole.

  • Supporti ruvidi o irregolari

Nel caso in cui le pareti siano ruvidi o irregolari si consiglia di rasare la parete con lo Stucco in Pasta per Rasatura by OIKOS. Ciò garantirà regolarità alla superficie, in vista del passo successivo.

In seguito, dopo aver pulito per bene la superficie, procedere con l’applicazione di una mano di aggrappante, ad esempio Il Primer by OIKOS. Ricordiamo che l’aggrappante è un materiale che deve essere utilizzato sulla superficie di interesse, sulla quale verrà poi applicato un secondo materiale. Il motivo per cui è consigliato il suo utilizzo è che senza di esso il secondo materiale non aderirebbe perfettamente al supporto base.

 

Come ottenere l’effetto decorativo ruggine corten

Scopriamo ora come ottenere il tanto desiderato effetto decorativo ruggine corten di OIKOS, che garantirà nuova vita alle vostre vecchie superfici.

Di cosa avremo bisogno per fare l’effetto ruggine Oikos corten?

  • Supercolor N118
  • Pennello o rullo a pelo
  • Frattazzo in acciaio inox
  • Novalis Ferromicaceo NF 2310
  • Novalis Ferromicaceo NF 2110

Le modalità di uso dell’effetto decorativo corten OIKOS le suddivideremo, per semplicità di lettura, in tre step principali.

  1. Il primo step consiste nell’applicare una mano di Supercolor N118, diluito al 20-30% (consigliato mantenere valori bassi sul 20%), con pennello o rullo a pelo.
  2. Dopo l’essicazione dell’aggrappante procedere col secondo step. Applicare sulla parete, con frattazzo in acciaio inox, una mano di Novalis Ferromicaceo NF 2310 (prodotto pronto all’uso per quanto riguarda la diluizione) in senso verticale.
  3. Terminata la mano procedere col terzo ed ultimo step. Aggiungere, immediatamente (per ottenere una miglior resa), leggere sfumature Novalis Ferromicaceo NF 2110 (prodotto pronto all’uso per quanto riguarda la diluizione). Nell’ultimo passaggio è vivamente consigliato utilizzare un frattazzo in acciaio ed effettuare movimenti in senso verticale (in genere i movimenti devono essere identici a quelli utilizzati nel secondo step).

Di seguito mostriamo i valori tecnici della resa indicativa del prodotto corten oikos:

  • Resa del prodotto Supercolor N118: 14–16 m²/l
  • Resa del prodotto Novalis Ferromicaceo NF2310: 18–20 m²/l
  • Resa del prodotto Novalis Ferromicaceo NF2110: resa variabile secondo l’effetto finale desiderato

1 Commento

  1. Buonasera, volevo congratularmi con Massimo Bassi per l’articolo: il primo articolo sulla corten davvero ben spiegato. Potete fare un articolo simile sull’utilizzo dell’aggrappante?
    Consiglierò il sito ai miei colleghi

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome