energia elettrica

Chissà quante volte ci siamo trovati davanti ad una bolletta della corrente con importi da capogiro. Ma è possibile veramente risparmiare energia elettrica? il nostro parere è si, bastano pochi accorgimenti:

l’energia elettrica è un bene davvero prezioso che significa calore, benessere, pulizia, qualità della vita. Purtroppo sta diventando sempre più cara, pesando sempre più sulle tasche dei consumatori italiani. Risparmiare energia elettrica rappresenta quindi la risposta ideale per tutelare sia i nostri portafogli che l’ambiente. Adottando dei piccoli accorgimenti al nostro stile di vita quotidiano, possiamo ridurre sensibilmente la bolletta elettrica diminuendo quindi anche le emissioni nocive, facendo del bene non solo alle nostre tasche ma anche alla Terra in se. Vediamo adesso quali consigli adottare per risparmiare energia elettrica in casa.

 

Risparmiare energia elettrica è possibile, ma come?

Acquistare elettrodomestici e lampadine a basso consumo

Per risparmiare non si può di certo rinunciare agli elettrodomestici, ma scegliere quelli con i consumi meglio ottimizzati può senza dubbio essere una scelta vincente. Al momento dell’acquisto, è quindi utile orientarsi verso un elettrodomestico (come ad esempio il frigorifero, che consuma maggiormente) di classe A+++. Apparentemente più costoso ma allo stesso tempo prevede consumi minori, piuttosto che ottenere un risparmio iniziale con conseguenze negative sull’importo mensile da pagare per i consumi energetici.
Stessa cosa vale per l’illuminazione di casa: l’adozione di lampadine LED o di lampadine fluorescenti, garantisce un consumo decisamente inferiore rispetto ai faretti alogeni, consentendo una diminuzione rilevante nella spesa per l’energia elettrica e qualificandosi come dispositivi all’avanguardia per quanto riguarda il risparmio energetico domestico.

Spegnere gli apparecchi che non si utilizzano

Anche se può sembrare apparentemente un aspetto poco rilevante, in realtà lo spegnimento di tutti quegli apparecchi che non vengono utilizzati sempre (TV, lettori DVD, computer, stereo, modem, ecc), rappresenta un buon modo per risparmiare sull’energia elettrica. Infatti l’attività in standby indica che l’apparecchio è attivo e quindi allo stesso tempo, tenderà a consumare energia elettrica. Utilizzare in questo senso delle semplici ciabatte multi spina, può aiutarci a diminuire gli sprechi e a risparmiare energia elettrica.

Staccare i caricabatterie

E’ importante staccare sempre i caricabatterie delle prese una volta finita la carica (e non superate quel tempo), altrimenti, continueranno a consumare energia. Di solito, più grande e pesante è il caricatore, maggiore è il suo consumo di corrente.

Sfruttare al massimo la luce naturale

Se si desidera ridurre il consumo di energia elettrica, è quindi consigliato usufruire il più possibile della luce naturale aprendo le tende, alzando le tapparelle e spegnendo le lampadine quando si esce dalle stanze.

Lavare a basse temperature

Sarebbe bene utilizzare lavatrici e lavastoviglie sempre a carico pieno e a basse temperature. Il bianco nei vestiti si può ottenere anche impiegando detersivi che siano efficienti pur lavando a freddo e quindi non è necessario adottare delle temperature eccessivamente elevate che tendono ad aumentare i consumi in bolletta. Stessa cosa vale per la lavastoviglie.

Risparmiare con il forno elettrico e microonde

Nel caso del forno elettrico, è consigliabile spegnerlo poco prima della cottura dell’alimento, così da sfruttare il calore residuo accumulato nel forno stesso; in questo modo verrà ultimata la cottura senza un briciolo di elettricità aggiunta. Il discorso cambia per il forno a microonde che da sempre si è dimostrato un buon alleato del risparmio energetico: prediligere il forno a microonde a quello elettrico potrebbe essere una buona strategia.