campionario PVC
campionario PVC

Esistono diversi tipi di rivestimenti, preferibili a seconda delle necessità che si dovranno soddisfare, e posare il PVC potrebbe essere la soluzione giusta per molti tipi di ambienti, in quanto consente di proteggere le superfici con un costo non esagerato.

Questo polimero si può trovare in diversi formati e quelli che, a livello domestico, sono sicuramente più adatti sono i quadrati, che spesso sono di una misura standard, come il 30×30 centimetri. Questi si possono acquistare a prezzi concorrenziali e, in genere, non superano i 30 euro a metro quadro.

Questi quadrotti vengono anche definiti autoposanti, che possono essere sia già adesivi oppure dovranno vedere l’applicazione di un adesivo per poter essere fissati sulla superficie da trattare e da rivestire. Quelli che richiedano l’utilizzo del collante saranno più difficili da piazzare e anche da rimuovere in un secondo momento.

Posare il PVC partendo dalla progettazione

Prima di iniziare a posare il PVC bisognerà progettare la posa. Infatti, sarà necessario definire uno schema di posa che consentirà anche di creare eventuali disegni. In molti casi si indica la necessità di preferire la posa diagonale, che, anche se richiede l’utilizzo di una quantità maggiore di materiale, consentirà di evitare gli errori e di ricoprire eventuali problemi che si siano verificati durante la posa.

Uno dei metodi più utilizzati, in questi casi, per posare il PVC consiste nell’iniziare da una delle porte di ingresso e procedere in modo ortogonale cercando sempre di posizionare ad angolo retto i diversi quadrati di materiale. Per regolarsi al meglio sarà possibile tracciare alcuni segni sul pavimento in modo da non sbagliare.

Come iniziare a Posare il PVC

Per iniziare a posare il PVC si dovrà cominciare con il togliere la pellicola protettiva presente su un quadrato, poi lo si dovrà appoggiare in linea con il segno che sia stato effettuato sul pavimento. A questo punto, quando si sarà sicuri della posizione, si potrà premere dal centro verso i bordi arrivando a lisciare il tutto con una spatola.

Si potrà continuare la posa del PVC andando a costruire, man mano, dei quadrati sempre di dimensioni superiori fino a quando sarà possibile completare la stanza. Si dovrà anche passare al taglio di alcuni quadrati a livello del perimetro: basterà utilizzare un taglierino e assicurarsi di aver effettuato il taglio giusto. Nel caso in cui abbiate delle superfici irregolari, potrete prima disegnare lo schema o la sagoma di queste su del cartone, così da poter tagliare il vostro materiale in tutta sicurezza.

Infine, nel momento in cui vi dobbiate occupare delle soglie e del passaggio tra due stanze vi dovrete posare il classico listello di metallo, che consentirà di andare a colmare il dislivello che si sarà creato. Queste operazioni riguardano la posa del PVC auto adesivo, poiché per quello che richieda l’utilizzo della colla sarà necessario applicare l’adesivo sui quadrotti prima della loro posa sul pavimento. In questi casi si dovrà fare attenzione a non formare grumi di colla e a non esagerare con l’utilizzo dell’adesivo per non avere irregolarità. più comuni detergenti neutri.

 

 

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome