moquette

L’arredamento può subire l’effetto del passare del tempo e può modificarsi a causa delle mode che si succedono, ma esistono elementi sicuramente intramontabili, come la moquette. Questo tessile, infatti, anche se con alcune modifiche esiste da davvero tanto tempo e continua ad affascinare arredatori e famiglie che la scelgono per la propria casa.

Che cos’è la moquette?

E’ difficile incontrare qualcuno che non abbia mai visto la moquette, ma per chi non sappia nulla in merito sarà possibile conoscere qualche notizia in merito a questo rivestimento. In particolare, la moquette è un tessile destinato alla copertura del pavimento che viene utilizzato da secoli per abbellire case, palazzi, e anche mezzi di trasporto, come le navi da crociera. In alcuni casi la moquette viene utilizzata per rivestire le pareti.

La moquette, che può essere distinta a seconda delle caratteristiche della sua trama e anche della sua “altezza”, consente di rendere subito più preziosa una stanza, una sala congressi oppure anche un semplice corridoio di una nave, offrendo anche confort, sicurezza e insonorizzazione, il tutto spesso ad un prezzo decisamente inferiore rispetto a quello di altri rivestimenti dedicati al pavimento.

A cosa serve la moquette

Essendo un tessile destinato prevalentemente alla pavimentazione , ha delle funzioni ben specifiche, che la fanno preferire ad altre soluzioni alternative dedicate alla parte calpestabile di una casa oppure di un luogo aperto al pubblico. In primo luogo, la moquette serve proprio per proteggere il pavimento, soprattutto nel caso in cui questo non sia proprio di recente fattura. Infatti, eviterà i graffi, consentirà di evitare i traumi e anche di limitare il fenomeno per il quale ogni tipo di pavimento, con il tempo, tende a consumarsi.

Inoltre, la moquette ha una funzione anche di anti grip e, allo stesso tempo, di anti scivolamento. Questo rivestimento, infatti, viene spesso scelto allo scopo di garantire la massima sicurezza nella percorrenza di una stanza e lo si può trovare in molti casi sulle scale. La ragione è semplice: la moquette eviterà sia che si scivoli su ogni scalino, sia che alcuni pezzi di pavimento, sporgendo, possano far inciampare le persone più disattente oppure quelle con una mobilità limitata.

Grazie alla presenza della moquette anche chi ami camminare a piedi nudi avrà la possibilità di calpestare un pavimento confortevole e dalla texture rilassante per le piante delle estremità inferiori. Inoltre, grazie all’isolamento che questo materiale offre, non si sentirà il freddo invernale, soprattutto nel caso in cui si abiti in un piano che appoggi sulle cantine o direttamente su una parte vuota del palazzo.

Grazie all’isolamento termico offerto dalla moquette potrete anche notare un ulteriore vantaggio, quello costituito dal risparmio energetico. Infatti, avendo meno dispersione di calore durante la stagione invernale, e migliore resistenza durante il periodo estivo, potrete ridurre l’utilizzo sia dei termosifoni sia del condizionatore.

Un’altra funzione fondamentale è quella fonoassorbente: grazie al suo tessuto e alla sua trama, questo rivestimento consente di limitare molto la diffusione dei rumori, come quelli del passaggio a piedi e anche di isolare la stessa casa nella quale venga installata dai rumori provenienti dall’esterno.

In questo modo eviterete sia di dare fastidio ai vostri vicini di casa, soprattutto nel caso in cui abbiate dei figli piccoli oppure abbiate degli orari particolari, sia di sentire troppo i rumori che potranno provenire dal piano inferiore, anche nel caso di una casa indipendente. Inoltre, diversamente da altre pavimentazioni isolanti, come il palchetto, la moquette è spesso ignifuga e capace di resistere a lungo alle fiamme, in modo da costituire anche un rivestimento assolutamente sicuro per la vostra casa o il vostro appartamento.

Tutte queste fondamentali funzioni si traducono, quindi, in vantaggi che possono portare sia i privati sia le aziende a scegliere per diversi ambienti l’utilizzo della moquette in luogo di altri tipi di rivestimenti.

Composizione e tipologie di moquette

La moquette potrebbe sembrare molto semplice ad una prima occhiata ma, in realtà, è stata progettata allo scopo di resistere e di adattarsi a condizioni diverse, ed ha quindi delle caratteristiche complesse dal punto di vista della sua composizione.

La parte visibile è quella che viene chiamata “felpa” e può essere di materiali, colori e anche lunghezze differenti a seconda delle preferenze di chi la acquisti. Alla base della felpa è presente un supporto che può, anche in questo caso, essere costituito da materiali diversi: si va dalla juta, al cotone sino ad arrivare alle fibre sintetiche. In alcuni casi la base può vedere anche la presenza di un ulteriore strato, spesso composto da materiale gommoso, che consente sia di renderla maggiormente resistente e sia di conferirle anche una funzione ulteriormente fonoassorbente.

Moquette velour
Moquette velour

Esistono, poi, diverse tipologie e le principali sono la velour, la agugliata e bouclé. La moquette velour è quella che risulta sicuramente più morbida e anche maggiormente confortevole da un punto di vista tattile. Tuttavia, la base della moquette velour è molto più delicata rispetto a quella di altre tipologie di rivestimento: per questo motivo si consiglia di utilizzarla solo in ambienti con scarso passaggio. La moquette velour potrà essere sia a pelo corto sia a pelo lungo.

Moquette bouclè
Moquette bouclè

Quella agugliata è, di contro, molto più resistente rispetto alla velour e non vede la presenza di una base. Queste moquette vengono, quindi, appoggiate direttamente sul pavimento e per questo motivo si prestano ad utilizzi anche temporanei, come accade per gli spazi fieristici e le esposizioni.

Quella bouclé è un tipo di rivestimento da interni costituito da una felpa molto resistente all’usura e tagliata in genere dritta. Questo le consente, quindi, di poter essere utilizzata per ambienti ad alto passaggio, come i luoghi di lavoro o i corridoi di casa. Ovviamente, risulterà meno elegante rispetto alla velour.

I formati della moquette

La moquette viene venduta in formati differenti, tra i quali poter scegliere per trovare il proprio prodotto perfetto. Si possono trovare, infatti, moquette a rotoli o a quadrelle che renderanno diversa la posa. La moquette a quadrelle è sicuramente consigliata a chi non abbia molta manualità e non si dedichi al fai da te da tanto tempo, in quanto è molto più facile da mettere in posa e da gestire.

La moquette a rotoli richiederà maggiori capacità manuali, a partire dal taglio sino alla sua posa finale. Sicuramente le moquette a rotolo a volte possono essere più convenienti, ma potrebbero anche comportare un maggiore spreco nel caso di errori. Infine, bisognerà scegliere tra moquette a pelo lungo  oppure a pelo corto, preferendo le prime per gli ambienti meno di passaggio, come le camere da letto, e le seconde per quelli che vedano maggiori possibilità di comparsa di macchie e di “incidenti”.

I principali produttori di moquette

la sua produzione è qualcosa di particolarmente specializzante, per questo le aziende che vi si dedicano sono poche, ma anche maggiormente affidabili rispetto a quelle più “generiche”. Tra le aziende straniere si deve citare sicuramente la Carpet Concept, che è tedesca e si occupa di produrre sia moquette sia tappeti e altri rivestimenti. (sito ufficiale)

Anche la Kastall è un’azienda straniera, e precisamente svedese, che realizza moquette di design con formati e decorazioni davvero interessanti. (sito ufficiale) Tra le aziende italiane bisogna ricordare la Liuni, milanese (sito ufficiale), la Besana Moquette di Lecco che propone stupende collezioni, e la Virag, sempre della provincia di Milano che propone sia pavimenti in parquet laminato che moquette (sito ufficiale).

I principali rivenditori di moquette

In Italia i rivenditori sono davvero molti, ma alcuni spiccano rispetto ad altri per i tipi di prodotti trattati, come la Pavinord, che opera a Trento e provincia e presso la quale si potranno trovare rivestimenti validi sia da un punto di vista decorativo sia di resistenza.

Anche l’azienda ECT Contract si occupa della vendita dei maggiori marchi di moquette nel nostro Paese, consentendo ai clienti di orientare la propria scelta verso prodotti pregiati e di design. Infine, esistono aziende che danno la possibilità di individuare il prodotto perfetto, dalle moquette per le aree più intime della casa sino alle soluzioni per le aziende.

I prezzi della moquette

I prezzi della moquette possono variare di molto in base ad una serie di fattori. Innanzitutto, dipenderà dal tipo di moquette che si sceglierà: più sarà morbida e pregiata e più verrà a costare. Infatti, le moquette per gli stand fieristici costeranno molto meno rispetto a quelle per una camera da letto privata.

Per quella adatta ad un uso in stand ed esposizioni si potrà partire da un prezzo di circa 3 euro al metro quadro, che potrà essere così conveniente soprattutto nel caso in cui si comprino grandi quantità di moquette. In molti casi, infatti, vengono vendute bobine e pezzi anche da 100 metri quadri, adatte ai professionisti.

Per quella agugliate il prezzo può più che raddoppiare, iniziando da un costo di circa 6 euro per metro quadro, che costituisce proprio la base per questa tipologia di rivestimento. Per quanto riguarda le moquette bouclé, invece, si potrà tranquillamente partire da un prezzo di base di 20-25 euro per metro quadro, in quanto questi rivestimenti sono molto più adatti alla parte interna degli edifici e alle stanze dei privati.

Infine, le moquette pretagliate e autoposanti, ad esempio in formati da 50 x 50 centimetri, possono arrivare a costare anche 30 euro a pezzo, essendo pregiate e offrendo anche una maggiore comodità d’uso.

Lascia un commento

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome