perlinatura
perlinatura

Applicare una perlinatura nella propria casa può essere un buon metodo per proteggere una parete o per creare un ambiente rustico ed accogliente. Infatti, un tempo la perlinatura era una tecnica utilizzata soprattutto nelle case di montagna e aveva come obiettivo quello di isolare maggiormente l’ambiente interno. Oggi, invece, le perline si possono usare anche per case di città ed hanno funzioni diverse, da quelle prettamente decorative a quelle legate proprio alla temperatura domestica. Applicare una perlinatura da soli non è difficile e sarà sufficiente seguire alcune istruzioni per raggiungere un ottimo risultato.

Applicare una perlinatura scegliendo il materiale

Prima di Applicare una perlinatura ci si dovrà occupare di scegliere il materiale giusto. Le perline migliori sono quelle prefinite, cioè quelle già trattate e che potranno essere già pronte per la posa. Le perline per la parte interna delle case possono avere uno spessore variabile tra gli 8 e i 10 millimetri, mentre quelle esterne possono avere uno spessore che andrà dai 25 ai 30 millimetri, in modo da essere più resistenti agli agenti atmosferici. Dopo aver deciso quale materiale utilizzare potrete passare ad Applicare una perlinatura nella vostra casa oppure all’esterno.

Applicare una perlinatura passo per passo

Il primo passaggio per Applicare una perlinatura consiste nella realizzazione di un telaio, che dovrà essere composto da listelli e dovrà essere successivamente applicato alla parete. Questi listelli potranno essere grandi quanto la parete oppure potranno essere anche più corti, a seconda delle vostre preferenze. Il primo listello andrà applicato a livello del pavimento, mentre l’ultimo sarà quello che dovrà essere applicato in alto.

A questo dovrete fissare bene i listelli con dei tasselli ad espansione e corpo a vite, in modo che questi non si muovano più. Dopo aver realizzato la struttura, dovrete passare alla vera e propria applicazione della perlinatura. Cominciate a tagliare la prima perlina più corta di circa 5 millimetri rispetto all’altezza della stanza e poi appoggiatela contro un angolo della parete da decorare così che il dente maschio possa appoggiarsi alla parete che sia attigua a quella da voi considerata. Controllate la posizione della perlina e poi passate a fissarla ai listelli con le graffette sagomate che tipicamente vengono utilizzate per svolgere questa funzione.

Per la seconda perlina dovrete iniziare con il suo taglio e dovrete incastrare il dente nella scanalatura femmina di quella che avrete già posizionato. Continuate con il fissaggio delle diverse perline sino ad arrivare alla fine della parete. Nel momento in cui sarete arrivati alla fine della parete da ricoprire dovrete occuparvi di tagliare una perlina nella parte lunga per arrivare a chiudere in modo preciso lo spazio vuoto che potrà essere rimasto. Potrete, infine, occuparvi di rifinire gli angoli della perlinatura, applicando i bordini angolari. Questi si potranno fissare con chiodini in acciaio e potrete anche aggiungere, dopo aver concluso la posa della perlinatura, un battiscopa. Le rifiniture potranno essere necessarie anche nella parte intorno alle porte, alle finestre e in tutte quelle aree che si collochino nelle vicinanze di altri elementi fissi.