Riparare un rubinetto che perde potrebbe sembrare un’impresa per pochi, e tante persone ricorrono ad un idraulico anche per piccoli lavori. Tuttavia, potrete risparmiare tempo e denaro dedicandovi da soli a questa “impresa” e imparando, quindi, a fare qualcosa che prima non avreste mai pensato di poter realizzare.

Come prima cosa si vedrà come sostituire la cartuccia del miscelatore senza dover ricorrere necessariamente ad un aiuto esterno e potendo acquistare tutto da soli.

Riparare un Rubinetto che perde sostituendo la cartuccia del miscelatore

La cartuccia del miscelatore potrebbe essere il problema posto alla base di un rubinetto non funzionante, soprattutto di quelli che abbiano un miscelatore con disco ceramico.

Per riparare un rubinetto che perde potrebbe, quindi, essere semplicemente sufficiente sostituire la cartuccia del miscelatore, che troverete nel corpo del vostro rubinetto. Per iniziare la procedura dovrete cominciare con la chiusura dell’acqua a livello centrale, per evitare di essere travolti dal suo getto. Poi, dovrete rimuovere il bullone relativo al corpo del rubinetto utilizzando una semplice chiave inglese.

Successivamente, potrete sfilare la cartuccia del miscelatore e dovrete controllare non solo la sua integrità ma anche il livello di pulizia. In tanti casi, infatti, più che di una sostituzione, la cartuccia potrebbe aver bisogno semplicemente di una pulizia profonda. Tuttavia, qualora la cartuccia stessa risulti effettivamente danneggiata, potrete procedere alla sua sostituzione.

Dopo aver inserito il nuovo pezzo, potrete richiudere il bullone e potrete riaprire l’acqua per controllare che tutto sia tornato alla normalità.

Riparare un rubinetto che perde sostituendo la guarnizione

In tanti casi per poter Riparare un rubinetto che perde sarà necessario iniziare proprio dalla sua guarnizione. Spesso, infatti, le guarnizioni possono essere usurate e non svolgere più correttamente la loro funzione.

Per iniziare la procedura di sostituzione della guarnizione dovrete sempre chiudere l’acqua e aprire il vostro rubinetto partendo dal bullone, che potrete svitare con una semplice chiave inglese. A questo punto, esaminate la guarnizione del rubinetto, che si troverà alla base della cartuccia del miscelatore. Nel caso in cui questa sia danneggiata o molto rigida, potrà trovarsi alla base del vostro problema e dovrete sostituirla così da avere nuovamente un rubinetto funzionante.

Per procurarvi una guarnizione giusta dovrete comprare i modelli chimati anche O-Ring, che sono a forma di anello e che svolgeranno in modo egregio la loro funzione. Per l’effettiva sostituzione della guarnizione dovrete rimuovere il cappuccio, togliere il fermaglio di tipo circolare e rimuovere lo stelo. A questo punto, potrete togliere la vecchia guarnizione facendola scivolare al di fuori della scanalatura che la ospitava.

Successivamente, passate ad inserire la nuova guarnizione, e potrete utilizzare il silicone come lubrificante: il silicone, inoltre, avrà anche la funzione di sigillante e vi aiuterà, quindi, a far durare più a lungo la vostra guarnizione.

Dopo aver ricollocato l’O-ring potrete assemblare nuovamente il vostro rubinetto, aprire l’acqua e controllare che tutto funzioni al meglio. Per evitare che i vostri rubinetti si rompano, cercate sempre di trattarli con delicatezza, evitando di chiudere o aprire con forza il flusso d’acqua e sostituendo i pezzi danneggiati in tempo, così da evitare danni maggiori.