campionari colori casa
campionari colori casa

Utilizzare il colore per modificare la percezione degli spazi della propria casa può essere un’ottima manovra grazie alla quale ottenere un risultato rilevante senza dover sconvolgere il proprio ambiente domestico.

Il colore, infatti, può dare davvero l’impressione di trovarsi in una stanza più o meno grande e non avrete più la necessità né di abbattere dei muri né di modificare l’arredamento per aumentare la luce e la percezione che la vostra casa vi potrà assicurare.

Aumentare o diminuire gli spazi di casa con il semplice uso del colore

I colori giocano un ruolo fondamentale nella vita di tutti i giorni e sono ancora più strategici se il contesto di riferimento è quello di un ambiente confinato. I colori possono influire sull’atmosfera creata in un ambiente, possono intervenire sull’umore, sono in grado anche di influire in modo piuttosto significativo sulla sensazione di benessere degli abitanti. Alcune terapie basano i propri principi proprio sulla teoria del colore.

In linea di principio, l’utilizzo, su tutte le superfici di una stanza, dello stesso colore neutro rappresenta la scelta meno rischiosa, ma anche la meno efficace. L’uso di tonalità chiare e fredde contribuisce ad ampliare otticamente lo spazio, mentre tonalità scure e calde tendono a creare un effetto di rimpicciolimento dello spazio.

Riuscire a mettere in pratica in modo ottimale queste tecniche è davvero il sistema migliore per ottenere dei risultati strabilianti con poco impegno e senza andare a spendere cifre esorbitanti, che potrebbero essere necessarie, invece, per una vera e propria ristrutturazione della vostra casa.

Sistemi per aumentare o diminuire gli spazi con i colori:

Esistono, ovviamente, delle tecniche che consentono di modificare la percezione delle proporzioni di uno spazio. Nel caso di uno spazio troppo lungo, ad esempio, è sicuramente utile dipingere le due pareti corte – quelle tra loro più distanti – con una tonalità calda ed intensa. Questo tenderà a far apparire le due pareti più scure come più vicine tra loro e dunque affievolirà l’effetto di stanza lunga. La stessa tecnica è utile nei corridoi, dove è sufficiente dipingere con tonalità calda e carica anche la sola parete che fa da fondo prospettico. Così sarà mitigato l’effetto tunnel.

In generale, quindi, si può dire come le tinte più cariche e quelle corrispondenti a colori più caldi consentano di rimpicciolire le stanze e di accorciare quelle che sono le distanze, almeno a livello visivo, tra un punto e l’altro dell’ambiente che verrà considerato per l’intervento.

Se la necessità è quella di ingrandire visivamente un ambiente stretto, ci si può affidare al bianco puro a soffitto, che riflette la luce e dà più aria a tutto lo spazio. Se l’obiettivo è quello di allargare una parete, di sicuro effetto sarà la soluzione di tinteggiarla con le tonalità tenui e rilassanti dei colori freddi, quali l’azzurro, il verde, il lavanda.

Tutti i toni più chiari e quelli maggiormente freddi, quindi, danno un’impressione di maggiore “apertura” e consentono di offrire una visuale che darà la possibilità di creare l’illusione di una stanza più grande rispetto a prima.

Essenzialmente, quindi, il principio dell’utilizzo dei colori è il medesimo che si applica per l’abbigliamento: chi voglia apparire più magro dovrà puntare sui toni scuri e più caldi, mentre per dare l’impressione di un aumento di volume si potrà osare il bianco o, comunque, i toni più chiari e quelli freddi.

La giustapposizione studiata dei colori sulle pareti di una stanza è particolarmente utile quando si vogliono modificare le proporzioni di una stanza che è sbilanciata nel senso dell’altezza. Nel caso di una stanza molto bassa, di quelle che danno un senso di soffocamento, bisognerà scegliere per il soffitto un colore chiaro e freddo, magari anche lucido ed, eventualmente, anche per le pareti. Una valida alternativa è quella di realizzare sulle pareti un motivo basso-alto, che spinga l’occhio alla verticalità. Nel caso di ambiente troppo verticale, come le antiche stanze a soffitti altissimi, è di sicura efficacia la tecnica di pitturare il soffitto con colori caldi, scuri ed intensi, in modo da creare un effetto di avvicinamento della superficie al pavimento. Le pareti, in questa situazione, andranno pitturate di colori più chiari o spezzate con motivi ornamentali a direzione principale orizzontale. L’effetto finale sarà di sicuro interesse.
Un uso sapiente del colore può modificare la percezione degli spazi di vita.

Un altro sistema è, sicuramente, quello grazie al quale combinare non solo i colori delle pareti, ma anche quelli che appartengano all’arredamento e ai complementi d’arredo in modo sapiente.

Combinare i colori delle pareti e degli altri elementi

Per raggiungere un buon risultato, quindi, sarà possibile coordinare il colore delle pareti anche con quello del vostro arredamento. Per dare un’impressione di maggiore grandezza, ma anche di pulizia e ordine, l’utilizzo del bianco e dei colori chiari sarà in assoluto il più consigliato. Un esempio classico è quello delle librerie a parete, che creeranno l’impressione di una stanza molto più grande se costituite da elementi bianchi.

Un salotto che sia fin troppo grande, invece, potrà sembrare più raccolto grazie alla combinazione di colori più scuri a livello del soffitto e di un arredo che privilegi il nero, il mogano e le tonalità meno squillanti. Tuttavia, anche in questo caso sarà sempre bene evitare di scegliere un’unica tonalità per non dare l’impressione di un’eccessiva “oppressione”.

Quindi, nel caso in cui abbiate scelto un divano scuro ed imponente, cercate di non abbinarlo troppo ad altri colori scuri, ma di spezzare mediante l’utilizzo di complementi più chiari, come un tappeto o un tavolino basso, e anche alla presenza di un colore delle pareti che faccia, invece, risaltare molto i contrasti, come il classico bianco oppure il color panna, adatto anche alle stanze nelle quali si vogliano svolgere attività più rilassanti, come la lettura oppure la visione di un film in tutta tranquillità e con la famiglia.