settore edile

Il settore dell’edilizia in Italia ha mostrato segni di ripresa a partire dal 2018, rispetto al 2017 la ripresa è stata dello 0,8%. Si tratta di una fenomenale crescita che è stata anche confermata da tutte le aziende che si occupano della distribuzione dei prodotti per l’edilizia.

A quanto pare le varie aziende hanno richiesto molto più materiale rispetto agli anni passati, il che vuol dire soltanto una cosa: sblocco del settore.

Settore dell’edilizia, l’aumento del fatturato e dell’occupazione del personale

Il settore dell’edilizia ha registrato per quanto riguarda le imprese di produzione una crescita del 49% del fatturato, si è riusciti a mantenere l’occupazione al 56%. Ciò che arriva davvero inaspettato è invece quest’altro dato che ha a che fare con ìalcune aziende, circa il 34%, che sono riuscite addirittura ad ingaggiare nuovo personale.

L’attività maggiormente richiesta al settore sono le ristrutturazioni, che hanno visto una crescita del 50%. 30 case ristrutturate equivalgono ad una richiesta di costruzione a partire da zero di un’abitazione.

La prima regione italiana a vedere un incremento del settore è la Lombardia, poi c’è il Veneto, a seguire Lazio, Puglia, Sicilia, Emilia-Romagna, Campania, Piemonte. Si piazza per ultima la Valle d’Aosta che ha totalizzato una crescita minima.

I disoccupati iniziano a decrescere, si spera in un passo indietro della crisi

Il settore edile negli ultimi anni ha visto un grande incremento della disoccupazione, ecco che però i nuovi dati ci fanno sperare davvero bene. Meno licenziamenti e meno cassa integrati. I dati fanno pensare ad una vera e propria ripresa che potrebbe condurre ad un ritorno ai tempi beati.

Ricordiamo infatti che fino allo scorso anno, il settore andava parecchio bene.

Condividi
Articolo precedenteEdilizia sostenibile: convegno in Val di Fassa ecco cosa cambia
Articolo successivoLegno trasparente, il materiale edile del futuro
Sicula doc anche se nata a Berlino, blogger affermata, estremamente curiosa, appassionata sin da ragazzina di scrittura e tecnologia, praticamente il suo pane quotidiano. Equilibrio sopra ogni cosa, senza pregiudizi e non teme i giudizi altrui, in grado di portare a termine importanti affari. Gli vengono riconosciute capacità intuitive